Quotidiani locali

Spal, altro centrale De Maio o Mancini

L’esperto del Bologna e il ’96 dell’Atalanta le prime scelte

FERRARA. Thiago Cionek si è dunque aggiunto a Kurtic e Dramè ed ha a sua volta raggiunto la Spal nel ritiro di Roma. Il brasiliano naturalizzato polacco è dunque il primo rinforzo per la difesa, un reparto che però accoglierà uno o altri due elementi.

Si tratta di capire chi è effettivamente raggiungibile. L’ex milanista Rodrigo Ely, dopo aver recuperato dall’infortunio muscolare che lo ha tenuto fuori un mese, la settimana scorsa è andato in panchina e ieri è tornato titolare nell’Alaves, giocando molto bene e contribuendo in maniera importante alla vittoria 1-0 contro il Siviglia di Vincenzo Montella, ex allenatore del brasiliano al Milan: Ely a questo punto non rappresenta un obiettivo che possa essere centrato.

Le parole pronunciate nei giorni scorsi da mister Semplici sembrano aver escluso dal lotto dei papabili il cagliaritano Pisacane ed il napoletano Tonelli: oltretutto quest’ultimo potrebbe essere confermato dai partenopei se cedessero Maksimovic, oggetto di diverse richieste.

L’attenzione spallina sembra dunque concentrata soprattutto su quattro profili, ormai noti: De Maio del Bologna, Bonifazi del Torino, Mancini dell’Atalanta e Pantic della Dinamo Kiev. L’udinese Angella in questo momento passa in secondo piano, per diverse ragioni, come l’avellinese Migliorini che gli irpini non intendono cedere in questa finestra di mercato e che è sicuramente molto bravo ma non ha esperienza in serie A.

De Maio rappresenta un fronte molto caldo, ma la trattativa non è facile. La scorsa estate il francese ha firmato con il Bologna un triennale da 700.000 euro a stagione. Finora l’esperienza in rossoblù è stata una delusione, appena 10 presenze, solo 3 partite dal primo minuto. Il difensore centrale vuole partire, le piste estere sono esotiche, i discorsi concreti sono con Spal e Sassuolo, col Genoa sullo sfondo. Il Sassuolo però si sta muovendo con decisione su Maksimovic (che il Napoli, appunto, darebbe in prestito) e sull’ex empolese Barba, che sta giocando in Spagna con il Gijon. La Spal, quindi, potrebbe passare davanti, De Maio ha il totale gradimento di mister Semplici. Certo bisognerebbe definire la formula dell’acquisto (prestito oneroso?) ed accollarsi l’ingaggio. Un’operazione che comporterebbe necessariamente la cessione di due se non tre difensori tra Cremonesi, Della Giovanna, Salamon e Vaisanen.

De Maio garantirebbe l’esperienza che vogliono Semplici e Vagnati, poi con Cionek, Vicari e Felipe sarebbe una bella lotta, in quattro per tre maglie. A quel punto andrebbe aggiunto un giovane, o Bonifazi (se il Torino lo presterà di nuovo, non si è ancora capito se mister Mazzarri lo libera oppure no) o Mancini dell’Atalanta. Ma sia il Toro che i bergamaschi darebbero i loro giovani difensori per vederli giocare con continuità: e alla Spal, con i quattro citati prima, che spazi avrebbero?

È quindi possibile che la Spal - se non riuscisse a concretizzare l’operazione De Maio - vada solo su un giovane? E, nel caso, su chi? Mancini potrebbe avere più chances di Bonifazi (richiesto anche da Chievo e Verona) anche alla luce del canale preferenziale instaurato con l’Atalanta. Restiamo però persuasi del fatto che la Spal non rinunci così facilmente all’idea di prendere un altro elemento collaudato per irrobustire la propria difesa. Quindi, se non dovesse essere De Maio, bisognerebbe continuare a tenere d’occhio l’ipotesi del serbo Pantic, in forza alla Dinamo Kiev. Non conosce il campionato italiano ma è rodato, oltre che in Serbia ha giocato in Spagna e appunto Ucraina, ha fatto le coppe europee, insomma non è un pivellino. È stato offerto anche al Crotone.

La Spal valuta, intanto resta in contatto col Bologna per De Maio. Che potrebbe sbloccarsi una volta che i rossoblù avranno ceduto il talento Verdi al Napoli, affare che consentirebbe poi l’acquisto di diversi giocatori tra cui il centrale argentino Paz che di fatto libererebbe De Maio.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon