Quotidiani locali

Portuense e Gualdo, sinfonie vincenti

Promozione. La Copparese invece sta attraversando una fase di scarico mentale

FERRARA. Giornata contraddittoria, quella di domenica, nel campionato di Promozione. Contraddittoria non tanto per i risultati, quanto per i segnali che questi risultati possono dare per il futuro. Seconda sconfitta casalinga per la Copparese. Per carità: perdere con il Conselice ci può stare. Ma il problema è un altro: contro la Portuense, all'ultima di andata, fu una Copparese tonica ed aggressiva, magari disordinata ma capace di mettere in difficoltà una formazione solidissima come quella rossonera. Nelle altre partite del ritorno, i rossoblù sono apparsi meno brillanti, e non sono arrivati i risultati. Mister Baiesi parla, più o meno, di scarico mentale più che fisico. Poi torna alla mente quanto disse nello scintillante girone di andata: con i campi pesanti o comunque in una situazione di difficoltà, la Copparese (che è comunque una squadra decisamente giovane) può avere delle battute a vuoto. Spiace che tutti i piccoli record che erano di Evali, Fyda & C. siano sfumati, per il momento, e ripresi dal Medicina. Ma questo campionato può ritornare di altissimo livello come è stato fino al giro di boa.

Un altro segnale importante arriva da Lavezzola. Su quel campo la Portuense fatica sempre, mentre stavolta è riuscita a portare via la vittoria. Peccato che a partita praticamente finita Karapici si sia fatto espellere. Non andiamo a valutare l'episodio in se stesso, ma ci limitiamo a far notare come domenica arrivi il Medicina e i due attaccanti di ruolo con un minimo di esperienza del gruppo di Buriani, Corbino e Karapici, saranno squalificati. La contingenza toglie opportunità ed alternative sul breve periodo. Certo, si potrebbe “semplicemente” dare per persa la partita e vedere cosa viene, ma per tutta la stagione si è lavorato in modo certosino (ed efficace) a costruire una mentalità, a cercare un atteggiamento. Adesso non si può mollare. Infine, il Gualdo Voghiera. La Vadese non è in un buon momento. Si sapeva che un elemento pericoloso era il centrale Greco, che naturalmente ha segnato. Una volta in vantaggio ci si è fatti raggiungere. Tutto vero. Però, attenzione: i ragazzi di Ferrari sono andati a vincere su di un campo difficilissimo, andando due volte in vantaggio dimostrando solidità mentale. Riducendo gli errori, e con un Gherlinzoni che è già a quota 12 reti in campionato, il Gualdo Voghiera può fare veramente tanta strada. Serve, come in una squadra di basket, una migliore percentuale di realizzazione. Ma i segnali, come sempre in questa stagione nelle gare in trasferta, sono molto positivi. Ce li aspettiamo anche dalle partite in casa.

Alessandro Bassi

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon