Quotidiani locali

Il richiamo forte della nutria 700 alla partenza

Podismo. L’inedita corsa riempie Copparo Magagnoli e la Chubak davanti a tutti 

COPPARO. La prima edizione della Corsa della nutria ha fatto subito centro: oltre 700 podisti (250 nella sola gara competitiva) hanno preso il via a Copparo davanti alla palestra Well Fit alla manifestazione podistica dedicata al mammifero roditore molto presente nelle nostre zone. La nuova gara è inserita nel calendario Uisp, l’organizzazione è stata curata dai gruppi podistici Invicta Copparo, Faro Formignana e Asd Doro di Ferrara con la collaborazione della locale palestra Well Fit e il patrocinio del Comune.

Soddisfatti gli organizzatori, che, essendo una prima edizione, non si aspettavano una così massiccia presenza e anche il livello tecnico è stato buono, soprattutto nella gara maschile, con tre atleti con una marcia in più e tutto sommato abbastanza equivalenti: volendo azzardare un pronostico, si poteva puntare sul ventenne Daniel Turco, ma in pochi sapevano che il giovane veronese aveva corso un 3000 indoor il giorno precedente e questa fatica forse gli è costata la vittoria, relegandolo sul gradino più basso del podio. Gli altri due top runner erano Oleksandr Vaskovniuk, vincitore a novembre della maratonina Uisp “Memorial Cardinelli” a Pontelagoscuro, e Rudy Magagnoli, al ritorno alle gare competitive a Ferrara: è stato proprio lui, forse un po’ a sorpresa, come fece a maggio vincendo il circuito di Cona, ad avere l’allungo vincente, quanto basta per staccare il bravo ucraino, comunque soddisfatto della piazza d’onore.

Nella gara femminile il solito monologo della forte e simpatica Nadiya Chubak, con il suo immancabile sorriso all’arrivo, facilitato anche dalla spensieratezza con cui ha potuto gareggiare, tenendo agevolmente a distanza le sue avversarie: Whitfield Beverly (seconda) e Serena Borsari (terza).

Tra i gruppi il più numeroso è stato Corriferrara (anche il più forte, 4 nei primi 10 uomini), seconda la Quadrilatero, terzo il Faro (che si è autoescluso come gruppo organizzatore), che ha lasciato il podio alla Salcus, così come l’Ivicta, 4º, ha ceduto il posto alla Lippo Calderara. Una parte del ricavanto del pranzo post manifestazione all’Abate Ghiotto è stato devoluto ai vigili del fuoco volontari di Copparo.

Domenica prossima ritorna il trofeo Otto Comuni con la terza tappa a Mesola.

Maschile: 1º Rudy Magagnoli (Corriferrara) 25’12”, 2º Oleksandr Vaskovniuk (Corriferrara) 25’15”, 3º Daniel Tuco (Atletica Selva Bovolone) 25’35”, 4º Luca Menegatti (Atletica Selva Bovolone) 27’42”, 5º Stefano Coreggioli (Draco Runner) 27’56”, 6º Luciano Paladini (Corriferrara) 28’14”, 7º Elia Sgaravatto (Draco Runner) 28’19”, 8º Michele Mantovani (Faro Formignana) 28’21”, 9º Cristiano Ferraresi (Corriferrara) 28’26”, 10º Riccardo Noro 29’08”, 11º Aniello Sarno (Corriferrara) 29’10”, 12º Franceco Massimi (Lippo Calderara) 29’16”, 13º Dario Zonta (Podisti Colognese) 29’34”, 14º Luca Orsoni (Quadrilatero) 29’38”, 15º Paolo Vitali (Draco Runner) 29’41”.

Femminile: 1ª Nadiya Chubak (Lughesina) 30’27”, 2ª Beverley Whitfield (Corriferrara) 31’19”, 3ª Serena Borsari (Victoria Sant’Agata) 31’59”, 4ª Elenia Agnoletto (Faro Formignana) 32’18”, 5ª Silvia Montebugnoli (Lippo Calderara) 33’30”, 6ª Marta Tironi (Libero Movimento Po River) 34’43”, 7ª Elisa Marchesini (Invicta) 34’45”, 8ª Giorgia Mancin (Running Comacchio) 34’59”, 9ª Drita Zhivani (Faro Formignana) 35’48”, 10ª Elisa Biolcati (Invicta) 36’27”, 11ª Monica Franzoni (Quadrilatero) 36’42”, 12ª Alessandra Pesavento (Faizane Runners Team) 36’57”, 13ª Katia Pedarzini (Faro Formignana) 37’39”, 14ª Patrizia Borrelli (Podisti Pontelungo) 37’41”, 15ª Ilaria Baraldi (Faro Formignana) 39’22”.

Gruppi: 1º Corriferrara, 2º Quadrilatero, 3º Salcus, 4º Lippo Calderara, 5º Ferrariola.



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori