Quotidiani locali

Portuense, Gualdo e Copparese: turno nero da archiviare

L’ultima giornata in Promozione è stata negativa Ma gli avversari erano anche molto pericolosi

FERRARA. Tre partite su tre campi pericolosi e contro squadre di valore. Il bilancio delle ferraresi è peggiore di quello dei galli ad Alesia: zero punti, due gol fatti e sei subiti. Un espulso. Ci sono i momenti in cui sono i gatti neri a cambiare strada, quando incrociano i veicoli delle nostre squadre. Non c'è molto di positivo, nell'ultima giornata di Promozione, da evidenziare per le nostre squadre. D'altra parte la situazione non è poi tragica, anche se la classifica è ora molto più equilibrata di come era fino ad un mese fa. A parte, ovviamente, il Medicina.

Prendere quattro sberle dai giallorossi non è piacevole, ma nemmeno raro ( è già successo altre cinque volte quest'anno), e la Portuense è l'unica squadra, finora, che ha segnato due reti ai bolognesi. Ed ha avuto almeno altre due occasioni da gol (una girata di Braiati ed una bella punizione di Saugo). Oltre tutto, i rossoneri hanno giocato almeno alla pari con una squadra di altissimo livello per almeno un'ora. Poi, oggettivamente, mentre gli avversari stavano prendendo quota, mettendo alle corde Macchia & C., un rigore molto generoso ed una punizione di Canova (ps: cosa ci fa questo in Promozione?) hanno rovesciato il risultato. Canova, per la verità, è uno specialista, ma proprio per questo sarebbe necessaria attenzione diversa (anche perché non è che sia un segreto che il Medicina ha nei calci piazzati uno dei suoi punti di forza). Per il resto, può capitare di subire in contropiede. Va detto, comunque, che la Portuense, quando può difendersi, interpreta bene il ruolo. Come all'andata a Medicina (anche allora rete decisiva dal dischetto, ma rossoneri piuttosto contrariati per la decisione) o nelle grandi partite a Copparo e Borgo Tossignano. Meglio ragionare sul fatto che forse la si perdeva comunque e prendere di buono le belle indicazioni emerse. Magari evitando espulsioni.

Il Gualdo Voghiera invece giocava sul terreno più pericoloso: quello di casa. Ed ancora una volta gli avversari hanno portato via il bottino pieno. Un peccato, visto il mortifero potenziale messo in atto dai biancazzurri in tutte o quasi le trasferte. Comunque, anche in questo caso, l'avversario non è di quelli che passano per caso. L'Anzolavino è una delle squadre meglio organizzate del girone, comincia a giocare fin dalla difesa e corre tanto. No, non tanto: corre di più. Contro una squadra del genere paghi ogni errore e, purtroppo, finisce che in casa i biancazzurri l'errore lo commettano sempre. Quello che manca, come fa spesso notare il tecnico Ferrari, è la continuità dei risultati. Si può risolvere, ma spiace perdere tante occasioni.

Per la Copparese tocca ripetersi. Da una parte sembra si sia spenta la luce, dall'altra ci si ripete che la bella squadra del girone di andata non può essere sparita. Però la fluidità dell'azione e la grande efficacia nel trasformarla in reti sembra essere in ombra. Poi, a Gaggio Montano, contro una squadra solidissima che si impegna per far spegnere la luce agli avversari, di perdere ci può stare. Ma si deve senza dubbio iniziare una ripartenza.

Alessandro Bassi

Classifica

Medicina Fossatone 59

Copparese41

Faro Coop38

Anzolavino36

Conselice36

Portuense33

Vadese Sole e Luna30

Persiceto30

Casalecchio29

Valsanterno28

Gualdo Voghiera27

Lavezzola27

Sesto Imolese25

Ravarino24

Fc Sparta20

Borgo Panigale18

Molinella15

Sporting Argenta0



Prossimo turno

(domenica 4/2, ore 14.30)

Vadese Sole e Luna-Anzolavino

Lavezzola-Casalecchio

Ravarino-Conselice

Molinella-Faro Coop

Copparese-Gualdo Voghiera

Sparta-Persiceto

Sesto Imolese-Portuense

Borgo Panigale-Sporting Argenta

Medicina-Valsanterno

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori