Quotidiani locali

Vai alla pagina su Spal calcio
Spal avanti con mister Semplici

Spal Calcio

Spal avanti con mister Semplici

Milan prova decisiva. Vertice società-allenatore: accordata la fiducia a tempo

FERRARA. Giornata intensa quella di ieri in casa Spal. Nessuno scossone immediato. Avanti verso l’obiettivo salvezza. La posizione di mister Semplici, nonostante le voci propagatesi nel dopo-Cagliari (ipotesi Reja e De Biasi, Guidolin defilato) non è a rischio. Almeno fino alla partita di sabato col Milan che sarà decisiva. Ma come si è arrivati ad ipotesi e schiarite?

Nove gare consecutive in cui la Spal è sempre andata in svantaggio. Nove partite nel corso delle quali è arrivata una sola vittoria (a Benevento), con un bilancio complessivo di 7 punti conquistati su 27 disponibili. Sconfitta a Cagliari contro una squadra che non vinceva in casa dal preistorico 5 novembre (successo sul Verona) e che sul campo amico (?) ha perso ben 7 volte (come il Genoa; peggio hanno fatto solo Verona e Benevento, 9). Rendimento esterno largamente insufficiente (8 sconfitte, come il Crotone - peggio solo il Benevento con 11 -, che però in trasferta ha conquistato 2 punti più dei biancazzurri). Ennesima mancata affermazione stagionale in uno scontro diretto: due sconfitte con il Cagliari, ko con Sassuolo e Chievo, pareggi interni con Crotone e Verona, esterno con l’Udinese; vittorie con Udinese, Genoa e Benevento; 12 punti su 30 contro le rivali per non retrocedere. Terzultimo posto con distacco dalla zona salvezza salito a 3 lunghezze.

Sono i motivi (ma solo alcuni dei motivi) che hanno indotto proprietà e dirigenza della Spal a fermarsi per riflettere sulla posizione di mister Semplici. Ore calde, quelle del post-Cagliari. Al di là di tutto quanto citato prima, è stata la caduta in Sardegna a provocare delusione, irritazione e preoccupazione nei vertici biancazzurri per il modo in cui è maturata, per l’assenza di nerbo e di attenzione della squadra, per un gioco lento, prevedibile e mai sfociato in pericolosità, per la sensazione che i biancazzurri non siano mai stati veramente in partita. L’analisi spicciola ma profondamente aderente alla realtà espressa dal patron Francesco Colombarini è quella che meglio ha fotografato il volto della Spal a Cagliari. E che il grande capo abbia rimandato ogni ulteriore riflessione e decisione (sul tecnico, chiaro: i giocatori non si possono più cambiare) al presidente Walter Mattioli è stato altrettanto indicativo.

I vertici si sono parlati. Ovviamente coinvolti Simone Colombarini - cui il papà ha sostanzialmente delegato la gestione della situazione, dal punto di vista della proprietà - ed il direttore dell’area tecnica Davide Vagnati. Il club si è chiesto - tra le tante cose - perchè il produttivo 5-3-1-1 visto con l’Inter e la prestazione di carattere con i nerazzurri siano stati uno cancellato a profitto del ritorno alle due punte e, l’altra, seguita da una prova di tenore opposto. Proprietà, Mattioli e Vagnati si sono incontrati ieri mattina. Poi, nel pomeriggio, presidente e d.t. si sono seduti a tavolino con mister Semplici, al Centro. Un confronto intenso, per ascoltare le spiegazioni di Semplici e capire quali soluzioni vede il tecnico e come intende applicarle. Conclusioni? La società ha accolto i ragionamenti di Semplici, ha anche fatto presente la propria posizione ed ha stabilito che l’allenatore possa preparare la gara di sabato con il Milan facendo tesoro di quanto successo, e di quanto stabilito ieri.

Il tecnico è stato il primo a restare deluso dalla prova di Cagliari anche perchè, come da lui prontamente sottolineato, si aspettava che la bella performance ed il meritato pareggio con l’Inter avessero creato nel gruppo delle certezze, invece non manifestate (anzi) contro i rossoblù. Per questo Semplici ha parlato di passo indietro. Un’evidenza sotto gli occhi di tutti. Adesso serve un segnale forte per cercare di fare risultato contro il Milan. Giocando come a Cagliari non sarebbe possibile. Come nel secondo tempo di Udine e come con l’Inter, sì. La chiave di tutto sta nel riuscire a tradurre con i fatti l’atteggiamento giusto, di cui la Spal ha talvolta mostrato di essere capace. Da parte della società c’è la fiducia in Semplici ed a Semplici. Fino a sabato di sicuro. Risposta al campo.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon