Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

A soli 38 anni è morto il fantasista Rispoli Pupillo di Mattioli e stella di Scortichino

All’età di soli 38 anni, è deceduto nella notte fra martedì e mercoledì Simone Rispoli (nella foto), talentuosissimo fantasista che ha calcato i campi di tutta la regione, spesso avversario delle...

All’età di soli 38 anni, è deceduto nella notte fra martedì e mercoledì Simone Rispoli (nella foto), talentuosissimo fantasista che ha calcato i campi di tutta la regione, spesso avversario delle ferraresi e pupillo del presidente biancazzurro Mattioli. Classe 1980 (aveva compiuto 38 anni un mese fa), ha giocato nell’élite del calcio dilettantistico, militando in società quali Carpi, Castellarano, Ravenna, Cesenatico, Casalecchio, Bobbiese e nelle ultime due stagioni nella ravennate Reno, co ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

All’età di soli 38 anni, è deceduto nella notte fra martedì e mercoledì Simone Rispoli (nella foto), talentuosissimo fantasista che ha calcato i campi di tutta la regione, spesso avversario delle ferraresi e pupillo del presidente biancazzurro Mattioli. Classe 1980 (aveva compiuto 38 anni un mese fa), ha giocato nell’élite del calcio dilettantistico, militando in società quali Carpi, Castellarano, Ravenna, Cesenatico, Casalecchio, Bobbiese e nelle ultime due stagioni nella ravennate Reno, con cui aveva ottenuto l’ultima promozione della sua bella carriera. Dotato di un mancino di grandissimo livello, dalle nostre parti Rispoli era noto soprattutto per le sue partecipazioni al torneo di Scortichino, che oltre a vincere come squadra, lo aveva visto trionfare tra i bomber o come miglior giocatore. Ma Rispoli - come detto prima - è stato un pupillo di Mattioli, che lo ha cercato più volte in estate per portarlo alla Giacomense, trattative sfumate sempre per un soffio.