Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Baltur, ecco la decima sinfonia. E domenica big match con Crema

Baltur, ecco la decima sinfonia

CENTO. Due tempi per condirsi bene bene l’avversario prima di demolirlo alla distanza. I soliti 90 punti segnati, 5 uomini in doppia cifra per la decima vittoria in fila; la ventesima dall’inizio di un campionato in cui la Baltur si conferma regina indiscussa. Ormai prossima alla pole position nei playoff di maggio. Perché tenere il passo di Vico e compagnia è impossibile ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Baltur, ecco la decima sinfonia

CENTO. Due tempi per condirsi bene bene l’avversario prima di demolirlo alla distanza. I soliti 90 punti segnati, 5 uomini in doppia cifra per la decima vittoria in fila; la ventesima dall’inizio di un campionato in cui la Baltur si conferma regina indiscussa. Ormai prossima alla pole position nei playoff di maggio. Perché tenere il passo di Vico e compagnia è impossibile per chiunque. E otto punti di vantaggio sulle seconde sono una miniera d’oro. «Nei primi due quarti abbiamo concesso troppo all’avversario, soprattutto a rimbalzo - ha detto nel dopo partita l’allenatore Benedetto -; Olginate giocano con due centri assieme: Tagliabue e Bassani sono grossi, lo sapevamo ci eravamo preparati ma non siamo riusciti a contenerli e abbiamo concesso troppo. Siamo stati poco attenti e poco aggressivi in un fondamentale sul quale di solito lavoriamo bene, per noi è decisamente troppo concedere 10 rimbalzi offensivi e subire 41 punti in 20’. Poi abbiamo ritrovato fiducia, lavorato meglio e la partita si è incanalata dove volevamo e l’abbiamo vinta».

Tutta un’altra storia nella seconda metà. Baltur più tonica dietro e chirurgica in attacco. Subito un paio di triple tra Chiera e Rizzitiello e vantaggio in doppia cifra mantenuto fino alla fine. Consolidato da D’Alessandro e Vico, mvp di giornata con 21 punti e 3/5 da oltre il perimetro. Nel finale, ecco lo show di Adama Ba con tre schiacciate una dietro l’altra. Tra gli acciaccati Vico è parso completamente recuperato. Il più indietro è indubbiamente Cantone, in campo per una quindicina di minuti ma ancora non in perfette condizioni. Benedetto sta gestendo un po’ tutti, compreso Benfatto. Tanti minuti per Ba che in partite come questa deve accrescere il suo bagaglio tecnico: «Questo è un momento delicato, febbraio è da sempre un mese particolare. Se andate a vedere anche le squadre che hanno vinto il campionato l’anno scorso hanno perso durante questo mese. Penso a Montegranaro, le stesse Bergamo e Orzinuovi. Hanno accusato un calo. Questo è il momento di stringere i denti». In crescita ma ancora alla ricerca della forma migliore Giorgio Piunti, a lungo in campo. Domenica si replica ed è scontro di cartello al Pala Ahrcos. Prima contro seconda. Come all’andata quando la Baltur espugnò Crema giocando una partita super.

Simone Gagliardi



Classifica

Baltur Cento 40

Bakery Piacenza 32

Crema 32

Rekico Faenza 28

Gimar Lecco 28

Tramarossa Vicenza 26

Tigers Forlì 22

Aurora Desio 20

Virtus Padova 18

NTS Informatica Rimini 18

Orva Lugo 16

Lissone Interni Bernareggio 16

Gordon Olginate 16

Bmr Reggio Emilia 10

Green Palermo 8

Iseo Serrature Costa Volpino 6