Quotidiani locali

Il Sant’Agostino va a Fiorano a caccia del colpo

Eccellenza. Ramarri da trasferta, ma con due assenti Argentana in discesa a San Lazzaro contro il “fanalino”

FERRARA. Partite non facili, oggi pomeriggio, per le nostre squadre di Eccellenza.

Il Sant’Agostino va a Fiorano: «Ci andiamo - ci dice mister Riccardo Ghedini - dopo un’altra buona partita come quella con il Pallavicino e, soprattutto, dopo quattro gare senza subire reti. Noi e il Fiorano siamo le due squadre partite meglio in questo girone di ritorno, loro vengono da una bella vittoria a Castelfranco, però noi abbiamo fatto più punti fuori casa che al Comunale: ci sarà da divertirsi. Ce la giocheremo a viso aperto, consapevoli che un risultato positivo ci darebbe carburante e consentirebbe di raggiungere altre squadre. Abbiamo la difesa da inventare, ma andiamo a giocarcela».

Assenti Pallara ed Attilio Molossi per squalifica, indisponibile Farina e in dubbio Tonazzi in casa biancoverde.

Il Fiorano, in casa, non ha subito almeno un gol solo tre volte (11 subiti e 15 fatti, tra le mura amiche) e ne ha perse due e vinte sei nelle ultime otto, mentre i ramarri, ottimi “on the road”, fuori casa hanno perso solo le tre gare in cui non hanno segnato e hanno un confortante score di 8 subite contro 13 segnate. Arbitra Benevelli di Modena.

L’Argentana va a San Lazzaro ad affrontare un Real ampiamente condannato alla retrocessione, in grado sin qui di raccogliere due pareggi (ha iniziato con la penalizzazione di un punto). Mister Sergio Rambaldi, però, non vuole sentir questa campana: «Non guardo e non m’importa la lunga fila di zeri nei risultati del Real San Lazzaro. E sono anche convinto che le tre crocette dei tre punti si debbano mettere sulla classifica solo dopo che hai vinto. Noi dobbiamo considerare questa partita come tutte le altre e fare il possibile, come per tutte le altre, per vincerla. Il San Lazzaro ne avrà anche perse tante, ma se l’è giocate quasi tutte e non è mai risultato scontato. Noi dobbiamo affrontare questa gara come una qualsiasi altra gara di campionato, senza lasciarci ingannare dalla classifica e dare il massimo per vincerla. Poi, se ci riusciamo, potremo analizzare la situazione. Prima di scendere in campo, si pensa solo a dare il massimo e a provare a portarla a casa. Il terreno del Kennedy, se c’è stato maltempo, è insidioso, e l’avversario, ultimamente, in crescita. Non è una gara scontata e non voglio che qualcuno la consideri tale».

Per i granata indisponibili Formigoni (probabilmente per uno stop abbastanza lungo) e Camorani (che non ha ancora recuperato). Per il Real squalificato Santi. Arbitra Arienti di Cesena.

Alessandro Bassi

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro