Quotidiani locali

IL PUNTO 

Palomino è spallino, per fortuna Ma i guai sono enormi e tanti

FERRARA. Palomino è spallino. Il gol del difensore dell’Atalanta, quasi allo scadere, impedisce che il Crotone voli a +6 sulla Spal . I calabresi adesso sono solo a +4, così la speranza salvezza...

FERRARA. Palomino è spallino. Il gol del difensore dell’Atalanta, quasi allo scadere, impedisce che il Crotone voli a +6 sulla Spal . I calabresi adesso sono solo a +4, così la speranza salvezza - per i biancazzurri - non assume contorni da miraggio, considerando anche lo scontro diretto in arrivo tra due settimane. Ciò non toglie che la situazione della Spal sia sempre più complicata, soprattutto dopo prove come quella di Cagliari e del secondo tempo di ieri, tralasciando il gol (l’ennesimo) regalato subito in avvio. Problematiche, di classifica e non solo, che hanno varie spiegazioni: dal mercato estivo (padre di molti mali) ad alcune scelte (tattiche, individuali e gestionali) di Semplici. Dalla recente esclusione di Gomis (se c’era un problema che non esisteva era quello del portiere, fortissimo) ai mal di pancia degli uni ed ai clamorosi errori degli altri (giocatori, intendiamo). Dalla gestione di Borriello a quella del povero Cionek, disastrosa sia dal punto di vista dell’integrità fisica del difensore (mandato allo sbaraglio a Cagliari nonostante la lesione alla retina) che a livello di comunicazione, con una verità taciuta e ancor oggi nascosta. La sintesi: Cionek, che aveva avuto ottimo impatto, starà fuori non si sa quanto e priverà la Spal di quello che era apparso un vero rinforzo. In tutto ciò, gli equilibrismi della società che prima mette Semplici sulla graticola e poi non lo esonera però si riunisce oggi e potrebbe tanto sostituirlo quanto confermarlo.

E c’è una salvezza da rincorrere... (p.n.)



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro