Quotidiani locali

Vai alla pagina su Spal calcio
Spal, palla a Mandorlini. Anzi, forse no

Spal Calcio

serie a

Spal, palla a Mandorlini. Anzi, forse no

Ieri i media nazionali rivelavano di un incontro col trainer. Poi nessuna conferma

FERRARA. Fermi tutti. Nel primo pomeriggio di ieri tutti, o quasi, i media nazionali on line, davano per imminente, se non già in corso, nel pomeriggio stesso, un incontro tra i vertici spallini e mister Andrea Mandorlini, candidato quindi a subentrare a Leonardo Semplici.

Ovvio che una simile informazione non può nascere senza che non tiri vento. Il nome del tecnico ravennate, classe 1960, quasi sei stagioni alla guida del Verona (portato dalla Lega Pro alla serie A e a due consecutive salvezze nella massima categoria, prima dell’esonero nel 2015, era emerso già nei giorni scorsi. Prima tra quelli di altri candidati, ritenuti anche più avvantaggiati nella corsa, poi sempre più forte, perentorio, prioritario. Per tutta una serie di considerazioni.

La Spal non ha mai blindato ufficialmente mister Semplici, al di là di qualche dichiarazione («Penso che continueremo insieme», ha affermato il presidente Mattioli dopo la gara con il MIlan; «al momento Semplici rimane», ha indicato la proprietà) interpretabile in diversi modi. Allo stato delle cose, però, Semplici resta l’allenatore della Spal. Al tempo stesso va detto che la riunione di domenica tra Francesco e Simone Colombarini, Mattioli e Vagnati, non avrebbe avuto ragione d’essere se ci fosse stata la comune consapevolezza/certezza/determinazione di proseguire il rapporto con l’allenatore. Evidentemente è stato ritenuto di fare ulteriori riflessioni. Sfociate nella decisione di incontrare Mandorlini? E perchè farlo se non ci fosse l’intenzione di cambiare il pilota?

Ma il rendez vous con Mandorlini c’è effettivamente stato? Impossibile saperlo con esattezza. Di sicuro in serata dall’entourage del tecnico romagnolo - nelle ultime ore accostato anche al Parma - è filtrata una smentita, della serie «nessun contatto, nessun incontro, nessun segnale, non sappiamo come siano uscite queste voci».

In tutti questi intrecci di cose dette, non dette o dette a metà, è difficile orientarsi, capire come stanno veramente le cose. La sensazione, netta, è che la posizione di Semplici possa ancora essere soggetta a cambiamenti. Chiaro che per avere precise indicazioni - non necessariamente con dichiarazioni ufficiali del club - sarà cruciale la giornata di oggi. Se non accadrà alcunchè, se il trainer guiderà regolarmente l’allenamento di ripresa al Centro (come da programma), allora tutto sarà finalmente chiaro, a meno di clamorosi colpi di scena, ed almeno fino a Napoli e forse Crotone. Ma se mai dovesse accadere qualcosa, allora Andrea Mandorlini sarebbe sicuramente in pole position, il favoritissimo, a dispetto delle altre ipotesi emerse precedentemente.
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon