Quotidiani locali

In vetta avanti a suon di goleade E Ingardi è il re

Prima categoria. Le battistrada avanzano di forza Il bomber del San Carlo sale in vetta a quota 12 reti

FERRARA. La quarta di ritorno, ovvero 19ª di campionato, nel girone F ha ribadito che almeno tre compagini hanno innestato il turbo. La capolista Bentivoglio ha rifilato un poker al fanalino di coda XII Morelli, sei reti del Casumaro, damigella d’onore a soli due punti dalla vetta, alla Poggese, punultima, e con quattro gol a uno, il San Carlo ha espugnato il “Raibosola”, ridimensionando la Comacchiese, si direbbe in via definitiva, anche se rimane in zona post-season, dove eventualmente potrà dire la sua. In laguna, inoltre, con un rigore, Matteo Ingardi, bomber del San Carlo, ha conquistato la vetta dei marcatori con ben 12 sigilli. Completa la lista delle pretendenti al trono il Mesola, uscito indenne, e con un rigore negato nel gozzo, dallo stadio di Massa Finalese.

Il Berra di mister Grassi, sulle rive del Po, ha battuto con un classico 2-0 il Basca, grazie alla doppietta del centravanti Granata ed è a un solo punto dal confine dei playoff. Il Consandolo è tornato alla vittoria, sul campo di casa, contro un Gallo dalla cresta alzata che di gol ne segna ben tre, ma contro le quattro dell’avversaria. Posizione in graduatoria tranquilla per gli uomini di Cevinini, mentre mister Bolognesi è ancora in acque agitate entro i playout. Il Galeazza è ben solido all’ottavo posto, dopo lo 0-0 casalingo con una Codigorese sciupona, leggermente migliorata, ma non ancora fuori, come il Gallo, dal pericolo degli spareggi finali per rimanere in categoria. Il Funo contro l'esordiente Magnavacca ha vinto 1-0, ma molto più agevolmente di quanto non dica il risicato risultato: per ora per i felsinei marciano al nono posto senza patemi d’animo. Segna il confine la Massese Caselle, che ha pareggiato in casa con il Mesola, arrivando a quota 24 punti: quattro in più della Codigorese (sua prossima avversaria) e del Gallo, i modenesi, pertanto, non soffrono di patologie preoccupanti. Chiudono la striscia arancione della cordata in pericolo, Magnavacca, Poggese e, in zona rossa, il XII Morelli, ancorato pesantemente al fondo della graduatoria.

Vincenzo Trapella

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro