Quotidiani locali

Tre viaggi da paura per Copparese Portuense e Gualdo

Promozione. I rossoblù a Vado per uscire dal tunnel I rossoneri assaltano Sparta, i voghieresi a Ravarino

FERRARA. Tre trasferte per le nostre tre rappresentanti in Promozione.

La Copparese va a Vado Di Setta. Sono squadre in momenti difficili, la Vadese ne ha vinta una delle ultime dieci, la Copparese non vince da sette turni: «Trasferta ostica contro un avversario pericoloso. Noi saremo senza Franceschini, squalificato, e con Evali e Maghini indisponibili. Loro sono una squadra molto solida, con un attacco pericoloso. Li conosciamo bene», avverte mister Baiesi.

Oltre all’ex Asteriti, la Vadese schiera i pericolosi Arbizzani, Berti, Alessandro Tagliacollo e il monumentale difensore Greco (7 reti senza rigori, per lui, quest'anno, e con gli scalpi di Portuense e Gualdo appesi alla cintura), una vera calamità sui calci piazzati. Gli appenninici, però, non avranno gli squalificati Soldati e Di Candilo.

La Portuense va a Castelbolognese. L’arrivo in panca a metà andata di Agostino Vezzoli (fu attaccante del Casumaro e ha un passato da allenatore a Faenza) ha riorganizzato in modo egregio la formazione romagnola, ora molto più solida. In più i rossoblù vengono (è la solita tragedia per la Portuense) dal confronto con lo Sporting e relativa vendemmiata ad opera delle squadre di bassa classifica sui ragazzi del Progetto: «Saranno galvanizzati - ci ha detto mister Buriani - ma non importa: noi dobbiamo giocare come sappiamo. In settimana abbiamo giocato contro la Primavera spallina, con buone risposte e belle indicazioni. Si tratta di restare concentrati e puntare al massimo, contro un avversario che non regalerà nulla».

Nei rossoneri rientra solo Karapici, che ha scontato la squalifica, ma saranno ancora indisponibili Lazzari, Nava e Maione, mentre è in dubbio Bonaldo.

Il Gualdo Voghiera va a Ravarino. I modenesi sono solidi, fisicamente pesanti. Squadra forse grigia nell’espressione tecnica, ma di solidità notevolissima. In casa, con la necessità di fare punti, potrebbero anche non essere capaci di chiudere alla perfezione (e questo, contro l'attacco del Gualdo, non è un bene). Squadra che non segna molto, ma ha diversi uomini che la porta la vedono, a partire da Capone: «Per noi - ci dice mister Ferrari - è una trasferta molto ostica, il Ravarino è una squadra decisamente scorbutica e difficile da affrontare, specialmente sul suo campo. Noi veniamo da una vittoria tanto importante quanto difficile contro il Molinella, loro non si possono permetter passi falsi per non essere risucchiati nella zona playout».

Conti e Vandini sono acciaccati, ma si conta di recuperarli, mentre Cutiuba e Maestri sono ancora indisponibili.

Alessandro Bassi

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro