Quotidiani locali

Felipe out, non si dà pace «Maledetto cartellino»

Il difensore fermato dalla squalifica dopo l’ammonizione di Napoli: mi rifarò «Arrivano gare importantissime, serve grinta. Salvezza? Tutto nelle nostre mani»

FERRARA. È Felipe il giocatore scelto dalla società a fare il punto in casa Spal in avvicinamento alla sfida di Crotone. Felipe che però per squalifica, dopo l’ammonizione rimediata a Napoli, non sarà della gara:ù

«Ho maledetto tantissimo il giallo preso domenica, era da tempo che mi portavo avanti la diffida e purtroppo doveva succedere prima o poi. Salto questa gara ma poi ci sono per le prossime importantissime partite. Quello che conta è che ora sto bene e posso dare il mio contributo».

Alle porte c’è la decisiva sfida di Crotone e più in generale quindici giorni pesanti:

«Arrivano partite importantissime per noi, dobbiamo dimostrare il nostro gioco e la mentalità, all’andata abbiamo perso quasi tutti gli scontri diretti, qui deve andare diversamente, serve grande grinta da parte di tutti perchè dobbiamo recuperare posizioni in classifica».

Quella grinta che di certo non manca al Crotone:

«Dobbiamo essere anche noi piu concreti, mi ricordo la gara dell’anno scorso allo Scida contro l’Udinese e fu una battaglia molto tosta, loro hanno questo tipo di gioco».

La sensazione da fuori è che il Crotone abbia più grinta ma la Spal sia superiore dal punto di vista dei valori tecnici dei giocatori:

«Io penso che da questo punto di vista noi siamo superiori a tante altre squadre, poi però c’è una classifica che dice sempre la verità e al momento è un’altra verità».

C’è anche da superare la sindrome dei primi minuti con la Spal che spesso è andata sotto in avvio di gara:

«Questo è un aspetto che dobbiamo migliorare, non credo che riguardi solo la difesa ma riguarda tutta la fase difensiva, è un atteggiamento di squadra ed è un aspetto da eliminare perchè ci è costato molto. Siamo stati spesso bravi a recuperare gare quasi perse, abbiamo rimontato, ora sarebbe opportuno iniziare bene qualche gara e andare in vantaggio. Lo spirito di reazione abbiamo visto che non ci manca, le prossime gare ci diranno molto della nostra stagione, dobbiamo rimanere sempre calmi e concentrati perchè tutto è ancora nelle nostre mani e questa squadra ha tutte le possibilità per centrare la salvezza».

Ma a Crotone con le due punte per cercare di vincere come è stato fatto in occasione della gara contro il Benevento oppure con una formula più conservativa con Kurtic a sostegno?

«Queste - conclude Felipe - sono cose che non decido io, sono valutazioni che deve fare l’allenatore, chiunque verrà scelto per andare in campo darà di certo il massimo».

Andrea Tebaldi



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro