Quotidiani locali

Lazio maestosa, Napoli deluso L’Atalanta s’illude ma va a casa

Europa League. All’Olimpico manita per lo Steaua, grande Anderson e tris da applausi per Immobile Gli azzurri vincono a Lipsia ma non basta. Il team di Gasperini segna, fallisce il 2-0 e prende gol all’84’

ROMA. Grandi sorrisi in casa della Lazio, che annienta lo Steaua Bucarest infliggendo un 5-1 indiscutibile e ribaltando quindi lo 0-1 dell’andata. I biancocelesti al 7’ passano con Immobile. Luis Alberto apre per Lulic. Il bosniaco crossa sul secondo palo, verso il bomber napoletano che tira dal basso verso l’alto e batte Vlad. Al 36’ sugli sviluppi di un corner, cross preciso di Luis Alberto sulla testa di Bastos che con prepotenza incorna nell’angolino basso. Il tris al 43’: Felipe Anderson pesca in area Immobile, che mette a segno un gran rasoterra dal limite. Il primo tempo si chiude sul 3-0. Nella ripresa la musica non cambia: grande aggressività e qualità da parte della Lazio e Steaua in netta difficoltà. ci pensa Anderson, che dal limite calcia verso l’angolino per il 4-0 e al 71’ mette il pallone per Immobile che appoggia in rete. Sul finale la Steaua trova il gol della bandiera: Gnohere scodella la sfera alle spalle di Strakosha, colpevole di un’uscita affrettata.

Il Napoli non riesce a ribaltare l’1-3 col Lipsia ma esce a testa alta, imponendosi 2-0. Gli azzurri sfiorano il gol prima al 6’ e al 10’ con un cross di Hamsik. Alla mezz’ora Hamsik trova Mertens, assist per Insigne che calcia col destro trovando la respinta di Gulacsi, ma sul pallone si fionda Zielinski che anticipa i difensori e da pochi passi insacca per il vantaggio partenopeo. Nel secondo tempo è il Lipsia a partire forte con Timo Werner, ma proprio quando il match sembra avviarsi verso la conclusione all’85’ arriva il bis azzurro con Insigne, bravissimo a buttarsi sul cross teso di Callejon e ad anticipare la difesa tedesca. Il Napoli ci prova ma il forcing finale non porta effetto.

Opposta al Borussia Dortmund (vincitore 3-2 all’andata) l’Atalanta passa in vantaggio all’11’ con Toloi: Gomez batte un cross tagliato per Caldara, il quale manca la sfera di testa e la devia con la schiena sui piedi di Toloi, che segna in spaccata col destro. I tedeschi mancano l’1-1 al 34’ con Batshuay. Dopo l’errore di Gomez per il 2-0 è Schmelzer all’84’ a qualificare il Borussia.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro