Quotidiani locali

Vai alla pagina su Spal calcio
Spal, mezzogiorno di fuoco a Crotone

Spal Calcio

calcio serie a

Spal, mezzogiorno di fuoco a Crotone

Ecco il 5-3-2 di Mister Semplici: tornano Cionek e Mattiello, Kurtic mezzala, Floccari con Antenucci. Senza Felipe manca l’unico centrale mancino: può essere adattato Dramè

FERRARA. La madre di tutte le partite? Un filo esagerata, forse, come definizione. Ma non ci andiamo molto lontani, almeno in questo momento. Non giriamoci intorno: Crotone-Spal, domenica 25 febbraio alle 12.30 allo “Scida”, può essere decisiva, o quasi. Può, non è detto che lo sia.

Ci spieghiamo. Un pareggio e cambierebbe nulla: calabresi (21 punti) sempre a +4 sui biancazzurri (a quota 17). Un risultato, comunque, che alla squadra di mister Semplici potrebbe tornare gradito, già che le consentirebbe di non perdere terreno, di restare pienamente in corsa per la salvezza (ora il primo gradino utile lo occupa proprio il Crotone) e probabilmente di rosicchiare qualcosina sulle altre rivali, impegnate in match assai difficili (il Cagliari lunedì sera col Napoli, il Sassuolo con la Lazio, il Chievo a Firenze).

Ma perchè, allora, quasi decisiva? Ovvio. Se il Crotone vince va a +7, ed in chiave ferrarese si leggerebbe -7: assai complicato dal punto di vista della classifica, e potenzialmente simil-devastante a livello psicologico. I giochi non sarebbero fatti ma poi, per recuperare, servirebbe un percorso tanto arduo quanto di altissimo profilo.

Se invece la Spal andasse ad imporsi in Calabria, allora si porterebbe a -1, si rilancerebbe clamorosamente, si galvanizzerebbe, arriverebbe in condizioni mentali - di fiducia - ideali al doppio confronto con Bologna e Sassuolo. E, al contempo, metterebbe anche una grandissima pressione sul Crotone, che si sentirebbe minacciaro, risucchiato, esposto al pericolo.

Perchè ciò avvenga cosa bisognerà fare? Come si comporterà la Spal? Quali saranno le mosse di mister Semplici?

Serviranno determinazione, attenzione, concentrazione, convinzione, grinta, concretezza nelle due aree. E riteniamo che l’allenatore andrà sul classico, con il ritorno al 5-3-2. Davanti al 4-3-3 del Crotone, infatti, il tradizionale modulo spallino garantirebbe ottima copertura del campo e superiorità numerica sia in fase difensiva che a centrocampo, ed al contempo con due punte ci sarebbe maggior peso offensivo, con l’azione d’attacco da sostenere con gli inserimenti dei laterali, in grado di creare problemi ai dirimpettai rossoblù.

L’assenza dello squalificato Felipe in difesa centrale sarà un handicap non solo per l’esperienza dell’ex udinese, ma anche perchè priverà la Spal dell’unico mancino del settore, con l’obbligo di adattare sul centro-sinistra o il rientrante Cionek o Salamon, entrambi destri. A meno che non ci sia una sorpresa: l’utilizzo da quella parte di Dramè, che ha mestiere, è mancino e - pur essendo un laterale di ruolo - in passato (al Chievo più che all’Atalanta) all’occorrenza è già stato schierato in quella posizione. Dramè, arrivato a gennaio e per la prima volta titolare domenica scorsa a Napoli (dove ha giocato per un’ora) non è ancora al top della condizione, ma da difensore centrale avrebbe un dispendio di energie inferiore. Vedremo, chissà se mister Semplici ha contemplato questa opzione o se riterrà di avere comunque garanzie anche senza un mancino. Mattiello torna dalla squalifica.

Kurtic riprenderà a fare la mezz’ala, Floccari - entrato molto bene a Napoli - dovrebbe affiancare Antenucci, Grassi - che come noto ha accusato un guaio muscolare - dovrebbe essere recuperato se è vero che è stato chiamato in Nazionale (ne parliamo a parte) ma stante l’acciacco e la pausa per terapie, non dovrebbe giocare dall’inizio.

Il riassunto potrebbe dunque essere questo, Spal schierata appunto con il 5-3-2:

Meret; Lazzari, Cionek, Vicari, Salamon (Dramè), Mattiello; Schiattarella, Viviani, Kurtic; Floccari, Antenucci

Panchina per Gomis, Marchegiani, Simic, Vaisanen, Costa, Konate, Dramè (Salamon), Schiavon, Grassi, Everton Luiz, Bonazzoli e Paloschi.

Non resterà che fare risultato. Crediamo che la Spal ne abbia le possibilità. Ma dovrà crederci fortemente, ed esprimersi di conseguenza.
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro