Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Spal, un turno cruciale E il Crotone perde Budimir

Biancazzurri domenica col Sassuolo, sabato sera scontro diretto Verona-Chievo Calabresi a pezzi, il centravanti croato si frattura il piede. Cagliari in difficoltà

FERRARA. Mai gioire delle disgrazie altrui. Ma nella lotta per la salvezza bisogna tener conto di tutto. E le avversarie della Spal stanno perdendo i pezzi.

Il Benevento ha D’Alessandro e l’ottimo regista Sandro fuori uso. Il Cagliari lamenta l’assenza di Cigarini. Nel Verona ci sono Valoti e Cerci ai box, costretti a lavoro differenziato. Il Crotone, che già aveva Benali e Barberis fuori causa - per non parlare delle condizioni del portiere Cordaz - adesso deve registrare la lunga defezione ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

FERRARA. Mai gioire delle disgrazie altrui. Ma nella lotta per la salvezza bisogna tener conto di tutto. E le avversarie della Spal stanno perdendo i pezzi.

Il Benevento ha D’Alessandro e l’ottimo regista Sandro fuori uso. Il Cagliari lamenta l’assenza di Cigarini. Nel Verona ci sono Valoti e Cerci ai box, costretti a lavoro differenziato. Il Crotone, che già aveva Benali e Barberis fuori causa - per non parlare delle condizioni del portiere Cordaz - adesso deve registrare la lunga defezione del centravanti - e miglior realizzatore rossoblù con 6 gol - Ante Budimir. L’attaccante croato ha infatti riportato, dopo un contrasto, la frattura del terzo metatarso del piede sinistro. L’arto è stato già immobilizzato, l’assenza del giocatore sarà di non poco conto.

Sono tutti aspetti che andranno ad incidere non poco in questa lunga volatona verso il traguardo della permanenza in serie A. La Spal deve pensare a fare il suo, ovvio, ma le rivali si troveranno confrontate a problematiche di rilievo. Basti pensare alle partite della 28ª giornata, quella ormai alle porte. Ci sono gare cruciali. In primis il derby tra Verona e Chievo: non si sa chi stia peggio, anche i clivensi non sono al top della condizione, lo stesso bomber Inglese, reduce da una forte contusione al ginocchio. Sabato sera alle 20.45 dovrebbe scendere in campo al “Bentegodi” («Voglio giocare e segnare, per dedicare il gol ad Astori», ha dichiarato ieri) ma certo non dovrebbe risultare in grande spolvero.

Tornando al Crotone, che dovrà vedersela con la Sampdoria, perdere la propria principale bocca da fuoco non è cosa di poco conto, soprattutto se si considera che alle spalle di Budimir il miglior realizzatore è l’altro centravanti Trotta, che ha all’attivo appena 3 gol.

E il Cagliari, che attende la Lazio, da quando Cigarini è fuori ha perso il proprio riferimento in campo, ha smarrito equilibrio, alterna formule tattiche senza trovare la soluzione giusta, con Joao Pedro sballottato tra i ruoli di mezz’ala, trequartista, seconda punta.

In questa fase discendente e decisiva del campionato, la condizione fisica e la disponibilità dell’organico sono suscettibili di fare la differenza, o comunque di pesare parecchio sulla bilancia. La Spal, che viene da tre partite disputate sotto la pioggia battente e su terreni di conseguenza infidi, ha dimostrato di essere in bello spolvero atletico. Inoltre mister Semplici può contare sulla rosa quasi al completo. Ok, con il Sassuolo non ci sarà lo squalificato Mattiello (come Berardi tra i neroverdi) ma per il resto dovrebbe mancare all’appello solo Borriello, che è fuori da fine dicembre.

Ecco perchè i biancazzurri devono battere anche su questo tasto, quello della condizione, per fare la differenza, per continuare a conquistare risultati positivi, per insinuare sempre più il dubbio nelle avversarie, che tra l’altro sanno di non aver più margine di errore, basti pensare al Crotone che in un battibaleno si è trovato da +4 a -2 rispetto alla Spal. Certamente, i calabresi devono recuperare la partita in casa del Torino, ma l’aspetto psicologico è cambiato del tutto. Per questo in casa Spal andrà sfruttato al meglio anche il turno in arrivo.