Quotidiani locali

Stadio gremito, diretta tv in tutto il mondo

Tutto esaurito, 13.100 spettatori. La Curva Ovest invita i tifosi a portare bandierine biancazzurre

FERRARA. Grande attesa, grande atmosfera, grande colpo d’occhio. Ferrara è in fibrillazione per l’arrivo della Juventus, per la partita di questa sera alle 20.45 al “Paolo Mazza”.

Lo stadio sarà gremito. Tutto esaurito. Come era ovvio, come era facilmente immaginabile, come è puntualmente accaduto. Quando lo riempi, se non contro la Juve, di ritorno a Ferrara dopo 50 anni di assenza spallina dalla serie A?

Certo, con l’Inter si era sfiorato il sold out, con il MIlan si è puntualmente realizzato. Insomma, stasera non sarà una “prima”, ma la Juventus aggiungerà ulteriore fascino ad una sfida in un catino stracolmo: 13100 spettatori.

Non sarà un “Mazza” tutto acquisito alla causa biancazzurra, perchè il settore ospiti spingerà forte i bianconeri. Ma tribuna, Ovest e gradinata saranno fedeli alla Spal. Di più. Aspettiamoci una coreografia da brividi. I tifosi della Curva rinnovano l’invito a tutti i sostenitori a presentarsi con una bandierina biancazzurra, per creare un effetto cromatico di fortissimo impatto e mostrare a tutti quali sono i colori che contano.

Non è tutto. La partita sarà vista nel mondo. Trasmissione diretta assicurata nell’intera Europa, ma anche in Israele, Australia, Thailandia, Hong Kong, Cina, Giappone, India, Sri Lanka, Bhutan, Pakistan, Nepal, Bangladesh, Afghanistan, Maldive, nelle Americhe e nei Paesi caraibici. Per la Spal la straordinaria opportunità di mostrare il calore, l’entusiasmo, l’amore, l’impareggiabile tifo della propria gente, e magari far vedere quanto la squadra possa ben figurare al cospetto di un avversario della levatura della Juventus. Chiaro che la cassa di risonanza è dettata proprio dal fatto che giochino i bianconeri (per Sassuolo-Spal, domenica scorsa, la diffusione internazionale era ridotta all’osso), ma questo è logico, sono le leggi dell’audience. E quelle del calcio, i cui mostri sacri sono riconosciuti ed apprezzati ovunque.

In tale contesto la Spal può ritagliarsi il suo spazio, e diffondere ancor più la magia di un nome e di colori che l’avevano resa celebre e apprezzata ovunque. La storia adesso si rinnova. Ci sono altre pagine da scrivere.



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik