Quotidiani locali

FERRARA 

«Grazie alla Ovest per il ricordo del mio bimbo»

La mamma del piccolo Erik, morto a 9 anni, commossa dallo striscione esposto dalla Curva

FERRARA. Piccoli gesti dal grande significato. Sabato sera la Curva Ovest ha voluto salutare il piccolo Erik, morto qualche giorno addietro per un improvviso malore ad appena 9 anni. Ieri, la mamma del bambino, Maria Palumbo, ci ha contattati: «Volevo ringraziare per quello striscione, non so da chi sia partita l’iniziativa, di certo non conoscevano neppure mio figlio, eppure hanno avuto questo pensiero nei suoi riguardi. Ecco, volevo solo dire grazie per questo bel gesto di vicinanza».



La Curva Ovest non è nuova a iniziative del genere, in tante occasioni ha saputo esprimere la propria solidarietà, in particolare nei confronti dei più piccoli. In questa circostanza era possibile soltanto esprimere un sentimento d’affetto per un bambino strappato alla sua famiglia in tenera età, altre volte i ragazzi della Ovest hanno promosso raccolte fondi per aiutare bambini malati: una sensibilità che caratterizza da sempre questa parte del tifo ferrarese.

Spal-Juventus: la festa del tifo Terminata la partita con la Juventus sullo 0-0 scoppia la festa del tifo biancazurro: il Mazza è stato un'autentica bolgia LEGGI L'ARTICOLO


«Ciao Erik piccolo angelo», recitava lo striscione a ricordo del ragazzino, che fino a poco tempo fa con la famiglia abitava a Masi San Giacomo e la cui scomparsa, per quanto assurda, è stata nobilitata dai suoi genitori, che hanno acconsentito alla donazione dei suoi organi: così, Erik, ancora vive.(s.a.)
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro