Quotidiani locali

Biancazzurri ieri al lavoro Inizia il pieno di benzina

Approfittando della sosta seduta atleticamente intensa in vista del rush decisivo Oltre ai nazionali erano assenti dal terreno di gioco Grassi e Mattiello

FERRARA. Dopo due giorni di riposo, la Spal è tornata ad allenarsi ieri pomeriggio al centro "Fabbri" di via Copparo tra l'entusiasmo del pubblico, sempre fedele all'appuntamento settimanale. Complici le (quasi) due settimane di sosta, il gruppo biancazzurro ha iniziato a lavorare duramente per incamerare la necessaria quantità di benzina al fine di affrontare nelle condizioni ideali lo sforzo finale di questa volata salvezza, che si prospetta di fuoco sotto più punti di vista, da qui all'ultima giornata del 20 maggio. Un lavoro decisamente intenso, seppur a ranghi semi ridotti, visto che per più di un giocatore spallino la settimana in corso sta comportando diversi viaggi e spostamenti in giro per il mondo per ottemperare agli impegni delle rispettive nazionali.

Nella lista degli internazionali figurano Cionek, Kurtic, Vaisanen, Simic e Gomis che hanno risposto alle chiamate di Polonia, Slovenia, Finlandia, Croazia Under 21 e Senegal. Assenti da Ferrara anche Meret e Bonazzoli: il primo aggregato all'Under 21 di Evani, il secondo convocato dall'Under 20 di Guidi.

La seduta di ieri è stata condotta dal vice allenatore Andrea Consumi visto che mister Semplici era impegnato, assieme al patron Francesco Colombarini e al presidente Walter Mattioli, a Sansepolcro (AR) in occasione del premio nazionale “La Clessidra”.

Assenti dal terreno di gioco anche Alberto Grassi, Federico Mattiello e il lungo degente Marco Borriello. Per il primo si dovrebbe trattare più che altro di una precauzione visto che già nel pre gara contro la Juve era sceso in campo con discreto anticipo rispetto ai propri compagni per sostenere un provino. Regolarmente in campo invece Lazzari e Felipe, che hanno svolto un bel carico d’intensità fianco a fianco, mentre Antenucci ha fatto registrare una leggera sgambata prima di rientrare anzitempo - ma senza problemi - negli spogliatoi.

I quattordici giocatori di movimento, dopo aver sollecitato i propri muscoli con diverse progressioni e allunghi spinti sui centro metri, hanno svolto una divertente partitella con le due porte difese da Poluzzi e Marchegiani. Al termine il gruppo si è recato negli spogliatoi, mentre Schiattarella e Floccari si sono dilettati in un duello di tiri da fuori area verso la porta di Marchegiani con i palloni scodellati da fondo campo dal collaboratore tecnico Rossano Casoni: la sudatissima vittoria (ai vantaggi, dopo circa venti minuti di bordate, risate e sfottò) è andata al centrocampista napoletano. Per oggi sono previsti due appuntamenti alle ore 10 e alle 15.

Alessio Duatti

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik