Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Spal, cinquina d’oro: un passo da big

Da Crotone a Genova, nove punti: meglio che Napoli e Lazio

Il cammino della Spal

FERRARA. Forte. Fortissimo. Così sta andando la Spal. A un ritmo da grande squadra. Anzi, anche meglio di alcune big. I biancazzurri sono addirittura davanti a Lazio e Napoli.

Proprio così. Il dato è relativo alla classifica delle ultime cinque giornate di campionato. Per gli uomini di mister Semplici, serie utile in corso: vittorie a Crotone e col Bologna, poi i pareggi a Reggio col ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Il cammino della Spal

FERRARA. Forte. Fortissimo. Così sta andando la Spal. A un ritmo da grande squadra. Anzi, anche meglio di alcune big. I biancazzurri sono addirittura davanti a Lazio e Napoli.

Proprio così. Il dato è relativo alla classifica delle ultime cinque giornate di campionato. Per gli uomini di mister Semplici, serie utile in corso: vittorie a Crotone e col Bologna, poi i pareggi a Reggio col Sassuolo, contro la Juventus ed a Genova con i rossoblù. Morale: 9 punti conquistati.

Un passo che ha permesso di approdare in zona salvezza (quartultimo posto, 26 punti, 2 più del Crotone terzultimo, con cui la Spal è anche in vantaggio negli scontri diretti). E che, nel lasso di tempo considerato, vede i biancazzurri nella zona alta della graduatoria.

La Fiorentina dopo la tragedia di Astori le ha vinte tutte; la Juventus tiene il passo (gli unici 2 punti li ha persi proprio a Ferrara), poi ci sono l’Inter, la Roma e il Milan. Giallorossi e rossoneri vantano solo 1 punto più della Spal, che a quota 9 è appaiata all’Atalanta (che arriva domani al “Paolo Mazza”) ma precede - come detto - sia il Napoli (antagonista della Juve per lo scudetto) che la Lazio (che si gioca l’accesso alla Champions League), appaiate a 8.

Un rendimento, quello della Spal, che si commenta da solo. I biancazzurri da Crotone in poi hanno impresso un vero e proprio cambio di marcia al loro cammino e sono la squadra - tra quelle impegnate nella lotta per non retrocedere - che nell’arco delle cinque giornate in esame ha fatto nettamente meglio rispetto a tutte le rivali: 2 punti più di Sassuolo e Verona, 5 più del Chievo e del Cagliari, 6 più di Crotone e Benevento, addirittura 9 più di un’Udinese in caduta libera ed ora risucchiata nel mischione.

Nelle ultime 5 giornate Paloschi e la Spal hanno fatto meglio della Lazio


Il difficile, però, viene adesso. perchè la Spal nonostante questa accelerata non può certo stare tranquilla. Deve insistere, dare continuità. In questo fine settimana diverse rivali rischiano grosso (il Chievo a Napoli, l’Udinese con la Lazio, il Cagliari nello scontro diretto di Verona, il Sassuolo in casa del Milan) ma il Crotone ospita il Bologna ed ha un turno sulla carta favorevole. Insomma, la squadra di mister Semplici ha la necessità di proseguire il suo filotto positivo, per credere sempre più nel raggiungimento del traguardo finale.

Certo non sarà semplice, domani contro l’Atalanta. Nerazzurri feriti dal ko interno nel recupero con la Sampdoria, ma potenzialmente fortissimi per espressione collettiva, impatto fisico, qualità dei singoli, alternative a disposizione di mister Gasperini. Oltretutto, l’Atalanta ha bisogno di punti per continuare a credere in un piazzamento che dia accesso alla prossima edizione dell’Europa League, manifestazione che quest’anno ha visto i bergamaschi comportarsi magnificamente e uscire - immeritatamente - solo ad opera del Borussia Dortmund.

Per la Spal sarà un altro test molto probante. E sull’onda del momento e delle qualità espresse - a ogni livello -, i biancazzurri hanno i mezzi per fare bene anche contro l’Atalanta.