Quotidiani locali

basket serie b

Benfatto vuole regalare un sogno alla Baltur

Parla il capitano dei biancorossi centesi alla vigilia dei playoff promozione

CENTO. Arrivato a Cento per vincere. Urlo strozzato in gola in finale per due anni di fila. Sarà la volta buona? Michele Benfatto stringe i denti e archivia una stagione regolare super. Senza infortuni troppo seri ma con acciacchi ripetuti che però non hanno impedito al “Benfa” di confermarsi signore dei tabelloni della serie B, a suon di doppie doppie. E spesso con un minutaggio “controllato”.

«Abbiamo vinto tante partite ma non abbiamo ancora fatto niente – dice il centro della Baltur –: il campionato vero inizia domenica con Legnano, fin qui si è scherzato. Sono qui da tre anni: ho sempre raggiunto i playoff ma arrivarci così, da primi della classe al termine di un campionato dominato, è diverso. Un conto è arrivare quarto, un conto primo. Non è tanto questione di pressione, quella c’era anche gli anni scorsi, ora forse un po’ di più. Occorre stare calmi, lavorare durante la settimana, restare concentrati e rendersi conto che non abbiamo ancora vinto un bel niente. Come sto? Ho male ai tendini, ma stringo i denti. Tutti a questo punto stringiamo i denti».

La Baltur espugna anche Lecco e nei playoff trova Legnano Le immagini del successo all'over time nell'ultima partita di regular season. Ora i biancorossi centesi guardano alla corsa per la promozione


Benfatto non è più un ragazzino, presto sarà padre, a vincere questo campionato ci tiene particolarmente: «Sono arrivato a Cento per questo; i primi anni abbiamo perso in finale e non me la sono sentita di andare via. Lo dico sottovoce, ma vincere per me vorrebbe dire chiudere un ciclo. Che non vuol dire andar via da Cento ma centrare l’obiettivo per cui sono arrivato. Io sono ottimista, c’è da esserlo davvero: abbiamo disputato una stagione super e non vogliamo fermarci».

Si parte contro la Sangiorgese, una mina vagante. Con niente da perdere. Come sempre accaduto ad ogni avversario della Baltur in questa stagione. Con la differenza che perdere potrebbe non avere un domani: «La prima partita dei playoff è sempre difficile - spiega Benfatto -, poi dalla semifinale al meglio delle cinque la squadra più forte è favorita. Della Sangiorgese ora conosco solo Bianchi perché l’anno scorso ha giocato qui e Tassinari perché è di Cento. Avremo modo nei prossimi giorni di conoscere bene i nostri avversari».

“Benfa” stringe i denti nonostante il dolore. Non è in forse la sua presenza così come quella di D’Alessandro, ormai recuperato dopo il problema alla caviglia. Non ha giocato le ultime due partite Rizzitiello per un risentimento al polpaccio. Stesso acciacco per Pasqualin. Sta bene Vico e si è visto anche a Lecco.

Simone Gagliardi


 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro