Quotidiani locali

basket A2

«La Bondi esce a testa alta» Cortese saluta

Il capitano fa il bilancio stagionale. «Mvp italiano? Merito dell’intera squadra»

FERRARA. Annata positiva, da metà gennaio in poi, per la Bondi ed il suo capitano Riccardo Cortese, miglior italiano del campionato di A2. «Meritavamo qualcosina in più – dice Cortese -, tipo un’altra gara davanti ai nostri tifosi. Gara 3 contro la De’ Longhi Treviso si è decisa sui dettagli, loro sono stati molto più cinici a chiudere il match. Nel terzo parziale, sul +11, potevamo fare di più, invece è uscita la grande squadra che è Treviso. Abbiamo fatto bene ma non benissimo, perso pure qualche palla di troppo. E poi mettiamoci la stanchezza…».

Bilancio nel complesso positivo? «L’avvio è stato duro, non abbiamo trovato la quadra del cerchio. Dopo l’esonero di Martelossi ci siamo chiesti cosa volevamo fare: abbiamo trovato la nostra dimensione, responsabilizzando di più Moreno. Anche Panni ha preso fiducia maggiore. L’addio di Venuto ha responsabilizzato molto di più tutti quanti. Fortunati a non avere acciacchi fisici, a parte l’infortunio di Rush, bravo lo staff medico. Ne abbiamo passate tante, il secondo posto del girone di ritorno ci rende meritevoli di un plauso. Usciamo a testa alta, abbiamo fatto il massimo, avrebbe vinto in ogni caso Treviso, la squadra più forte». Guardando l’annata a 360°, sono più i momenti positivi o negativi? «La cosa bella dei ricordi positivi – ha continuato Cortese – è che sotterrano quelli negativi. Un mio ex allenatore mi diceva sempre che ci si ricorda molto di più la fine della stagione, piuttosto che l’inizio, a livello personale e di squadra. Da gennaio siamo esplosi, abbiamo portato più entusiasmo a Ferrara». Parliamo della sua stagione? «Quando vinci il premio di miglior giocatore italiano del campionato, significa che qualcosa di buono hai fatto. Premio della squadra. Senza i miei compagni non avrei mai vinto niente. Grazie a società, staff e compagni. Sono super soddisfatto, anche della stagione fatta dalla squadra. Contento del premio. Lasciatemi esprimere un ringraziamento…». Ci dica. «Dico grazie ai nostri tifosi. Senza di loro, noi probabilmente tante gare interne non saremmo riusciti a vincerle. Ci hanno dato carica ed energia. Sono stati encomiabili, soprattutto nella trasferta a Scafati. Abbiamo dato parecchie soddisfazioni, spero si siano divertiti».

Anche Cortese, come tutti, è in attesa di notizie sul futuro della società biancazzurra. Anche per la prossima stagione il capitano del Kleb è sotto contratto, ma chiaramente passerà tutto dalle decisioni che saranno prese nel giro di poco meno di un mese.

Lorenzo Montanari
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro