Quotidiani locali

Portomaggiore Riparte la scalata per la serie A2

Volley. Dopo la delusione Roma altra chance Il Sa.Ma. per gara uno alle 21 ospita Aversa

PORTOMAGGIORE . L'autostrada che portava dritta dritta alla serie A si è fermata a Roma. Ma non tutte le strade si fermano lì: c'è una statale, un po' tortuosa, che può condurre allo stesso prestigioso obiettivo. La prima tappa di questo cammino è Aversa: il Sa.Ma., per inseguire il suo sogno, dovrà superare l'ostacolo Romeonormanna nella serie di gare che sono in programma da oggi fino all'eventuale bella di mercoledì prossimo. Si inizia stasera in casa (palazzetto dello sport di Portomaggiore, ore 21).

Negli ultimi sette giorni, i portuensi si sono allenati cercando di archiviare l'uscita di carreggiata romana: «C'è poco da dire, Roma ha giocato meglio di noi e ha meritato di passare il turno» liquida l'argomento coach Taborda. Che poi continua: «Hanno giocato oltre i loro limiti, al meglio delle loro possibilità, e tutti insieme. Invece noi abbiamo giocato bene ma alternandoci. E poi loro hanno veramente difeso tantissimo: forse è stato merito anche del calendario della stagione regolare, con Roma che ha affrontato nel finale diverse prove impegnative. Invece noi venivamo da un periodo più tranquillo. Comunque, abbiamo giocato tanto, 10 set in 4 giorni, e in uno solo siamo stati inferiori, il quarto in gara1. Ma stop, non ne parliamo più».

Si, perchè oggi c'è già Aversa. Squadra seconda classificata nel girone G, dietro al Leverano che è stato promosso in serie A: nel primo turno ha vinto la concorrenza del Cinquefondi Reggio Calabria con vittorie in gara2 e gara3 (in trasferta). In panchina siede Antimo Del Prete, vice allenatore che è subentrato a Mario Scappaticcio esonerato a fine aprile. Nel sestetto Illuzzi (vecchia conoscenza, una bella stagione alla 4 Torri quasi dieci anni fa) è il regista, Corti opposto, Bonetti e Mandolini in banda, Testagrossa e Vetrano centrali, D'Auge libero. «E' una squadra simile a noi, forte fisicamente: bisognerà battere bene e murare. La serie A? Non pensiamoci, pensiamo ad una partita alla volta. Adesso la nostra testa deve essere su Aversa: l'ho detto ai ragazzi, un errore in meno e una cosa positiva in più ogni set, rispetto a quanto fatto con Roma».

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro