Quotidiani locali

Il Liverpool dona la tredicesima al Real

Champions League. Benzema e Bale sono letali in finale a Kiev ma il portiere degli inglesi compie due errori madornali

KIEV (Ucraina). Il Real fa tredici, il Liverpool paga l’infortunio di Salah e la notte di follia di Karius, letale su due dei tre gol con interventi indegni di un amatore. Zidane sceglie lo stesso undici che un anno fa superò la Juventus a Cardiff. Il dubbio della vigilia viene sciolto a favore di Benzema, che affianca Ronaldo in attacco, con Isco alle spalle. La prima parte della frazione iniziale si snoda con il Liverpool che pressa alto e il Real che stenta a far gioco: al 6’ Milner tocca corto per Salah, il cui tentativo di potenza è respinto da Modric. Al 14’ Manè e Salah vanno al tiro in area: in entrambi i casi la difesa spagnola fa muro. Al 25’ la prima svolta della partita: Salah si infortuna alla spalla sinistra dopo un contrasto con Sergio Ramos e deve uscire, Lallana prende il suo posto. Al 33’ Ronaldo serve Benzema, che si gira in un fazzoletto ma vede il tiro allontanato da Van Dijk. Il tempo si conclude con una rete annullata, per fuorigioco di Ronaldo, a Benzema.

Nella ripresa è subito brivido per Karius, con Isco che al 3’ colpisce la traversa: retropassaggio sbagliato di Lallana, Isco ne approfitta calciando col destro di prima intenzione: il pallone colpisce in pieno il montante a portiere battuto. Tre minuti dopo Karius riesce a passare alla storia, ma non come sperava: il portiere del Liverpool nell’atto di rinviare il pallone di mano poco fuori l’area piccola lo manda a sbattere sul ginocchio di Benzema, la sfera finisce lentamente in rete per la gioia del Real e la disperazione degli inglesi. Al 10’ però Manè con un tocco di destro anticipa Navas e pareggia il conto. Il ritmo sale e al 15’ Isco impegna Karius, poi entra Bale e al 19’ riceve il cross di Marcelo e di sinistro bissa la rovesciata di Cristiano Ronaldo alla Juve e firma il 2-1. Il Liverpool non molla di fronte a tanta maestà e Manè fulmina a rete al 25’, la palla però colpisce il palo interno di Navas. Ancora Liverpool al 28’: Firmino va al tiro in area; il pallone batte sul braccio di Casemiro, ma per l'arbitro non ci sono gli estremi per il rigore. Il Real si permette il lusso al 38’ di ampliare il fossato con una bordata di Bale, sulla quale Karius (che alla fine chiede scusa ai tifosi, piangente) dorme. L’ultima scena è di Cr7 costretto a fermarsi per un invasore che entra nell’area ma viene steso dagli steward.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro