Quotidiani locali

Vai alla pagina su Spal calcio
Spal, ipotesi Tawamba per l’attacco

Spal Calcio

mercato biancazzurro

Spal, ipotesi Tawamba per l’attacco

Nazionale del Camerun, centravanti di impressionante impatto fisico, gioca nel Partizan Belgrado: i serbi lo cedono

FERRARA. Pista alternativa, ma reale, per l’attacco della Spal. E la via intrapresa porta a Tawamba.

Tawamba... chi? Ecco, spieghiamo: Léandre Gaël Tawamba Kana (questo il nome completo), è un centravantone (1.89 per 85 chili) di quasi 29 anni (li compirà il prossimo 20 dicembre), del Camerun, nativo della capitale Yaoundè. Un giramondo dalle mete improbabili: oltre all’Union Douala e all’Aigle Royal Menoua nel proprio Paese, ha giocato in Slovacchia, Libia, ancora Slovacchia ed in Kazakistan (omettiamo i vari club, assai poco noti) per poi arrivare in Serbia al Partizan Belgrado nel novembre del 2016. Prima stagione d’ambientamento, vince comunque campionato e Coppa. Poi l’esplosione nell’ultimo torneo. In totale con i Grobari vanta 51 presenze, 19 gol e 12 assist. Si è messo in evidenza nelle competizioni continentali: 8 gare e 4 gol in Europa League, 3 partite e 1 rete nei preliminari di Champions. Ha giocato nelle Under del Camerun e vanta 1 presenza nella Nazionale maggiore. Il contratto con il Partizan scade a dicembre 2019, ed a Belgrado è stato compagno di squadra di Everton Luiz, giunto alla Spal lo scorso gennaio.

La stampa di Belgrado cita proprio quest’ultimo affare e i rapporti tra Partizan e Spal per indicare il club biancazzurro come quello che ha compiuto i passi più concreti per assicurarsi il centravanti (viene indicato il Chievo come alternativa, ma ieri i veronesi hanno sottoscritto un triennale con l’ex laziale Djordjevic). Che verrà sicuramente ceduto, visto che i belgradesi hanno già acquistato le punte Nikolic e Ricardo Gomes (quest’ultimo è un fromboliere capoverdiano proveniente dai portoghesi del Nacional Madeira, attaccante centrale di 1.87): quindi venderanno Tawamba, per monetizzare. Quanto? Circa 2 milioni di euro, non si dovrebbe arrivare alla cifra tonda.

Di chiaro ci sono alcune cosettine: la Spal cerca sicuramente un centravanti di grande impatto fisico, visti i nomi circolati (Babacar, Perica, Favilli, Monachello), il profilo è quello; Tawamba, che non è un ragazzino e i gol li ha segnati in Slovacchia e Serbia, sarebbe sicuramente una scommessa, ma per poco meno di 2 milioni non si prende (almeno in Italia) nessun attaccante che a priori dia totali garanzie di riuscita realizzativa. Dunque, l’investimento economicamente non eccessivo potrebbe valer la pena di essere compiuto. I video mostrano un “macchinone” fisicamente mostruoso - non a caso è soprannominato il Tank, e non servono traduzioni - gioca spalle alla porta, fa da sponda, apre spazi, si muove anche fuori area e più di una volta lo si vede partire in progressione. Per certi versi ricorda il beneventano Diabatè.

Ieri (11 giugno) abbiamo telefonato al Partizan: i serbi hanno declinato la richiesta di dichiarazioni adducendo che il club è in lutto per l’improvvisa scomparsa dell’ex idolo bianconero Fadil Vokrri, presidente della Federcalcio del Kosovo, mitico centravanti del Partizan e della Nazionale jugoslava negli anni ’80, in Italia reso celebre anche da una indimenticabile telecronaca di Sergio Tavcar su TeleCapodistria (la partita era Borussia-Partizan di Coppa Uefa, Vokri subì un fallo e reagì, ed il telecronista con il suo caratteristico tono e contorni non proprio politicamente corretti ammonì il difensore tedesco: «Tu non sai chi hai provocato, lui albanese di Kosovo...»).

Non resta che attendere gli sviluppi.
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro