Quotidiani locali

Bondi, Mazzoleni c’è Ora il play Fultz e il debutto pubblico

Basket A2. Presa la giovane ala: «Per me un’occasione» Oggi società dal sindaco a illustrare i programmi

FERRARA. Robert Fultz: a meno di clamorosi sviluppi sarà lui il playmaker della Bondi. Classe 1982, espertissimo della categoria, l’ex Mantova, Casalpusterlengo, Roseto, Fortitudo Bologna e non solo, secondo radio mercato sarebbe molto vicino alla società del neo proprietario Francesco D’Auria, per lui sarebbe pronto un contratto biennale. A stretto giro di posta sicuramente ne sapremo di più.

Da un veterano della categoria a uno che l’A2 la vedrà come una grande opportunità di crescita. Fra dieci giorni, coach Andrea Bonacina sposerà la sua Alice. Al matrimonio, fra gli invitati, ci sarà pure Andrea Mazzoleni, fresco di firma con il Kleb. Lo avevamo anticipato venerdì, ieri mattina è diventato ufficiale l’ingaggio della 20enne ala forte di Desio, 197 centimetri per 98 chilogrammi. Coach Bonacina lo conosce benissimo, avendolo già allenato nelle giovanili dell’Aurora, dove quest’anno, da capitano, ha chiuso con poco più di 6 punti e poco meno di 5 rimbalzi in 25’ a gara, diventati oltre 7 punti e 8 rimbalzi in 35’ nei playoff. Mazzoleni è un prodotto del vivaio della Pallacanestro Aurora Desio ed è nato e cresciuto nella città brianzola, passando dalle giovanili fino alla prima squadra. Adesso, la chiamata a Ferrara.

«Sono davvero molto contento della grande occasione che coach Bonacina mi ha dato - le prime parole del neo biancazzurro -, occasione che ho preso al volo. Devo dire che sono felice di giocare in A2, so di poter dare qualcosa alla squadra in termini di aggressività e voglia, cose che di solito vengono chieste ai più giovani. Ho visto qualche gara di A2, dal vivo e in televisione: rispetto alla B, c’è una differenza di atletismo e di fisicità, mi sento di dire che sono due mondi completamente differenti. La parte complicata sarà ambientarsi in questo mondo: sono a Ferrara per questo, per crescere e ce la metterò tutta».

Naturalmente, Mazzoleni e coach Bonacina si sono già confrontati: «È già stato il mio allenatore alcuni anni fa, è venuto a casa mia a parlarmi, conosce bene i miei genitori, ci ha invitati al suo matrimonio. Mi ha parlato della possibilità dell’approdo a Ferrara, di lui ho un bel ricordo dei tempi a Desio. Ci siamo sempre tenuti in contatto durante questi anni, essere allenati da lui in A2 mi pare una buona occasione. Già a febbraio potevo venire a Ferrara».

poi, Mazzoleni si presenta a livello tattico: «So fare un po’ tutto, ma non a livello di A2, così dovrò migliorare sotto tutti i punti di vista, atletico, fisico e tecnico. Per me è una sfida e l’ho presa al volo».

Infine, su Ferrara: «Non ci sono mai stato - ha chiuso Mazzoleni -, anche da questo punto di vista per me sarà tutto nuovo».

Oggi alle 12 il nuovo presidente D’Auria, con il responsabile finanziario Marco Miozzi, il vicepresidente Marco Cocchi e il presidente della 4 Torri Luigi Moretti saranno ospiti in Comune del sindaco Tiziano Tagliani, al quale presenteranno la nuova compagine societaria e i programmi a breve e medio termine.

Lorenzo Montanari

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro