Quotidiani locali

Vai alla pagina su Spal calcio
Doppio affare col Verona Fares e Viviani ufficiali

Spal Calcio

calcio serie a

Doppio affare col Verona Fares e Viviani ufficiali

Al laterale, che ieri ha sostenuto le visite, contratto di 4 anni con opzione per il 5º. «Non vedo l’ora di iniziare». Riscattato il regista: o viene ceduto o salta Valdifiori

FERRARA. La Spal ha ufficializzato gli acquisti di Mohamed Fares e Federico Viviani dal Verona. Fares, laterale sinistro classe 1996, arriva «a titolo temporaneo con opzione e obbligo al verificarsi di determinate condizioni» (tradotto: obbligo di riscatto in caso di salvezza) ed ha sottoscritto un contratto quadriennale con opzione sulla quinta stagione. «Un saluto a tutti i tifosi della Spal - le prime parole di Fares ieri in sede -. Ci vediamo allo stadio, non vedo l'ora di cominciare questa nuova avventura». Ieri ha già sostenuto le visite mediche.

Viviani, regista in biancazzurro già nell’ultima stagione, è definitivamente spallino: il club ha esercitato il diritto di riscatto. L’intera operazione è costata alla Spal circa 6 milioni e 300.000 euro, più bonus, più una percentuale (tra il 15 ed il 20%) a favore del Verona sull’eventuale rivendita di Viviani. Tutto ciò significa che per Fares è stato compiuto un investimento importante, di prospettiva: la Spal ci crede. Quanto a Viviani, il riscatto non vuol dire che il centrocampista rimanga. Stante l’avanzatissima trattativa per il pari ruolo Valdifiori, del Torino, o la Spal ha la certezza di avere già un acquirente per Viviani (Sampdoria, Fiorentina, Parma, lo stesso Torino) ad una cifra importante (non meno di 5/6 milioni), oppure sono sorti ostacoli nel raggiungimento dell’intesa triennale con Valdifiori ed a quel punto - solo a quel punto - si decide di rinunciare al granata e trattenere Viviani. Di sicuro, considerando caratteristiche tecnico-tattiche-dinamiche e costi, Viviani e Valdifiori non saranno contemporaneamente presenti nell’organico spallino. Allo stato, lo scenario più probabile contempla una vantaggiosa cessione di Viviani, per la realizzazione di un’interessante plusvalenza.

Al contempo, la Spal ha compiuto significativi passi avanti nella trattativa con il Napoli per riscattare Alberto Grassi: 8 milioni la cifra prevista (8,5 il controriscatto da parte dei campani), 6 quelli offerti dai biancazzurri. Morale: a 7 si chiude. Spal pronta allo sforzo, Napoli propenso ad accettare anche per avere un immediato e non trascurabile gruzzolo da reinvestire in altre urgenti operazioni in entrata. Una volta definita la permanenza di Grassi, la Spal si occuperà delle altre trattative. Questione difensori: il Bologna ha sorpassato il Torino (che si sente più vicino al brasiliano Verissimo, del Santos) per Francesco Vicari, primo obiettivo di mister Inzaghi per impostare la nuova difesa “a tre” rossoblù. Il Bologna così molla Kevin Bonifazi, ma ciò non significa che il giovane centrale possa tornare in prestito alla Spal: ieri a Torino dicevano che il difensore dovrebbe restare in granata come prima alternativa al trio Nkoulou-Verissimo-Lyanco. Vedremo, gli scenari cambiano molto rapidamente.

Se la Spal dovesse accettare l’offerta del Bologna per Vicari, il nuovo perno del reparto arretrato diverrebbe Johan Djourou, Nazionale svizzero per il quale si tratta il prestito dai turchi dell’Antalyaspor. È però uscito anche il nome di un altro espertone, l’udinese Danilo che sicuramente non resterà in Friuli: il brasiliano ha altre richieste, ma i rapporti tra Spal e Udinese e la possibilità di ritrovare Felipe potrebbero - nel caso - far pendere la bilancia a favore dei biancazzurri. Quanto al portiere che dovrà essere affiancato al titolare Gomis, restano le tante ipotesi formulate finora: Milinkovic Savic (che attende di sapere cosa farà il Torino con Sirigu, nel mirino del Napoli, e che vorrebbe garanzie di minutaggio), Scuffet, Lamanna, Fulignati. (p.n.)
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro