Quotidiani locali

L’esperto attaccante fissa gli obiettivi di squadra e personali Idee chiare su come blindare la permanenza in serie A 

Il messaggio di Floccari «Unione formidabile Manteniamo lo spirito che ci ha fatto salvare»

l’intervistatarvisio (ud). Sergio Floccari è giocatore che nella sua carriera ne ha vissute tante, di preparazioni estive. Con il solito grande entusiasmo l’attaccante classe 1981, che compie 37 anni...

l’intervista

tarvisio (ud). Sergio Floccari è giocatore che nella sua carriera ne ha vissute tante, di preparazioni estive. Con il solito grande entusiasmo l’attaccante classe 1981, che compie 37 anni a novembre, si sta preparando ad una nuova stagione con la Spal. E la punta, dall’alto della sua esperienza, mette subito tutti in guardia: «Penso che dovremo prepararci per un campionato ancora più difficile di quello dell’anno scorso – analizza Floccari –; noi abbiamo ottenuto una salvezza storica e molto importante, ora bisogna riconfermarsi e centrare l’obiettivo nuovamente. Per farlo serve che si ricrei quello spirito che ci ha consentito di ottenere alla grande l’obiettivo nella passata stagione».

Floccari, quali sono le sue emozioni e sensazioni all’inizio di questa nuova preparazione?

«Credo che l’anno scorso abbiamo realizzato qualcosa di incredibile grazie ad una formidabile unione che ci ha consentito di superare tutte le difficoltà e centrare la salvezza. Ora dobbiamo essere molto bravi a resettare tutto, inizia un nuovo campionato, si deve ripartire ma tenendo ben presente quello spirito che ci ha consentito di rimanere a giocare anche per quest’anno in serie A».

Dal punto di vista personale che cosa si attende?

«Sono molto sincero, sono un attaccante e quindi spero di segnare dei gol che possano valere dei punti e in questo modo dare il mio contributo al gruppo per il raggiungimento dell’obiettivo. Ma per come sono fatto io l’aspetto personale viene sempre dopo, quello che conta è il bene del gruppo».

Da questi primi giorni di lavoro che idea si è fatto?

«Ancora siamo agli inizi e questo periodo estivo di ritiro è importantissimo nella formazione del gruppo, uno spirito che deve essere poi rinnovato di settimana in settimana per tutto l’anno. Al momento posso dire che abbiamo accolto benissimo tutti i nuovi arrivati, mi sembrano dei bravi ragazzi in grado di darci una mano. Sta anche a noi della vecchia guardia facilitare il loro inserimento e accelerare il loro essere sempre più parte importante nel gruppo».

Una sorta di chioccia, un ruolo che ben le si addice...

«Ognuno cerca di dare il contributo che riesce, credo che sia compito di tutti facilitare l’inserimento».

Diceva delle difficoltà del campionato, teme la forza delle tre neo promosse Empoli, Parma e Frosinone?

«Sicuramente sono state promosse in serie A delle realtà importanti che faranno di tutto per rimanere nella massima serie. Ma anche qui occorre fare un discorso chiaro, uno può avere anche tutti i soldi che vuole e acquistare tutti i giocatori possibili ma ci sono cose importanti nella formazione di una squadra che non si possono acquistare, come la creazione di un gruppo solido, avere armonia all’interno dello spogliatoio. Per queste cose non c’è la possibilità di acquisto, sono stati il nostro punto di forza nel passato e lo devono essere anche in questa stagione».

L’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus che impatto potrà avere sulla serie A?

«È chiaro che un giocatore come lui sposta enorme interesse mediatico. È evidente che dal suo arrivo può trarne beneficio l’intera serie A in termini di visibilità del campionato». –

Andrea Tebaldi

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro