Quotidiani locali

Vai alla pagina su Spal calcio
Spal, servono almeno cinque acquisti. A patto che restino Cionek e Vicari

Spal Calcio

calcio serie a

Spal, servono almeno cinque acquisti. A patto che restino Cionek e Vicari

Due centrali, una mezz’ala, due punte: ecco la lista della spesa. Incognite sui difensori chiesti da Atletico e Udinese


Considerando l’ipotetica formazione di partenza in base agli uomini attualmente in organico, non solo quelli in ritiro (mettiamola giù così: Gomis o Milinkovic Savic; Lazzari, Cionek, Vicari, Felipe, Fares o Costa; Kurtic, Viviani, Valoti, con Schiattarella utilizzabile in tutte e tre le posizioni; Paloschi, Antenucci), allora alla Spal per completare e potenziare la propria rosa mancherebbero cinque acquisti: due difensori centrali, una mezz’ala, due attaccanti. Ci sono però delle variabili che vanno considerate. Vediamo tutta la situazione.



Gli obiettivi sono sostanzialmente ben noti: un difensore centrale di esperienza, mestiere, carisma (lo svizzero Djourou prima scelta, ma serve pazienza; le principali alternative sono il francese Roberge che gioca a Cipro, e in Italia i vari Danilo - Udinese - oltre al doriano Silvestre ed al romanista Castan: difficilissimi gli ultimi due, la concorrenza pare in vantaggio) ed uno giovane (potrebbe tornare Simic, non convocato dalla Sampdoria). Su quest’ultimo fronte ormai da escludere l’interista Bastoni, che si è rotto il menisco e starà fuori non si sa quanto, ed assai improbabile l’ex Bonifazi, che il Torino ha bloccato fino alla fine del mese e che libererà qualora arrivasse un altro centrale dopo Izzo e Bremer, ma - nel caso - Bonifazi pare avviato verso l’Atalanta. E poi: una mezz’ala, e qui la Spal è legata a ciò che il Napoli deciderà per Grassi, obiettivo numero uno. Un giorno viene dato per fatto al Parma, e non è stato così; un giorno al Cagliari per 10 milioni, e ancora non ci sono firme. La Spal lavora e spera, nel caso virerà altrove. Ma non è facile trovare un equivalente. Infine, dicevamo, due punte: quella giovane sarà il cesenate Moncini, per l’uomo d’impatto il prescelto è l’atalantino Petagna ma serve un lungo lavoro di diplomazia e nel frattempo si guarda anche altrove, inutile rifare la lista della spesa.



Dunque, questi cinque acquisti. Però c’è un ma. Ma potrebbero diventare di più se Cionek tornerà in Brasile (nel caso opti effettivamente per approdare all’Atletico Paranaense, e la Spal trovi il suo tornaconto) e se davvero esiste una trattativa con l’Udinese per Vicari. Che i friulani abbiano chiesto il centrale è sicuro, che il tutto si concretizzi è un altro paio di maniche. La Spal con Vicari tratta il prolungamento contrattuale, e conta sugli ottimi rapporti sia con il ragazzo che con il suo agente Beppe Riso. Ma se per le logiche del mercato tale intesa non fosse raggiunta, o se l’offerta Udinese risultasse vantaggiosa per le parti (magari con l’inserimento di Danilo oltre ad un robusto conguaglio), allora ci sarebbe ampio margine per la riflessione. —


 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro