Quotidiani locali

basket/il mercato 

Hall, notte di decisioni Il Kleb sempre in lizza contro rivali agguerriti Baltur: idea White

Mike ha ricevuto l’offerta di Brindisi e alcune da formazioni di serie A2 È combattuto ma Ferrara è piazza che gli piace

ferrara

La notte delle decisioni. Che poi è tramonto per l’Italia, mentre negli States è giornata piena. Da Washington a Ferrara, ultimi contatti per l’eventuale firma di Mike Hall che deve scegliere con chi giocare la prossima stagione. Potrebbe essere l’ultimo contratto della carriera, “Michelino” vuole pensarci bene. Da un lato l’affetto e la voglia di tornare un cestista del Kleb, dall’altra un paio di offerte economicamente un po’ più convenienti. Sempre provenienti dalla serie A2 (ma Cento sembra essersi defilata). Poi c’è la massima serie con Brindisi, stuzzicante per il palcoscenico massimo che può garantire ad un uomo che ama la vetrina come Hall.



Insomma, chi gli è vicino racconta di un Mike decisamente combattuto. Ma il Kleb è sul pezzo, in corsa. E oggi vuole sapere se il contratto verrà firmato oppure se - giocoforza - il ds Pasi dovrà andare di alternative. Regna un prudente ottimismo in casa estense, senza illusioni. Alba italiana, serata statunitense. Tra le ambasce di un immaginario jet lag s’è consumata l’intensa trattativa.



In casa biancorossa, invece, già portato a casa Keddric Mays rimane una sola casella da sistemare: quella dell’ala. Risulta che la Baltur abbia sondato la disponibilità di James White, una chiacchierata/trattativa che la dice lunga sulle ambizioni e il peso che Cento vuole avere nella geografia della prossima stagione. White è giocatore della fisicità debordante, tecnico e assolutamente dedito ad attaccare il canestro. È soprannominato “The Flight” proprio per le sue doti di saltatore. Anche per lui - come per Hall - è a Washington il centro nevralgico della trattativa. Si tratta di un’ala più portata a giocare fuori che dentro l’area, ma in A2 potrebbe benissimo sposarsi con le caratteristiche di Reati e Chiumenti. Dopo la parentesi Nba con i San Antonio Spurs (2006), per White una lunga carriera con picchi di rilievo. È sbarcato in Italia nel 2010 (Sassari), poi Pesaro e Reggio Emilia. Gli ultimi passi sono stati Cedevita Zagabria e Superlega iraniana, prima di trasformare nel novembre 2017 una chiamata a gettone a Reggio in un contratto blindato con cui ha chiuso l’ultima annata. Ha trentasei anni, ma nell’ultimo campionato di serie A ha comunque garantito quasi 11 punti di media partita. Chissà non possa essere lui l’ultima zampata estiva dei centesi. —



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro