Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il trio delle meraviglie in festa «Questa è una storia fantastica»

il raccontoRientrato il “trio delle meraviglie”: Caterina Gilli, Giulia Natali e Silvia Nativi, sono reduci dall'aver conquistato a Kaunas (Lituania) il campionato europeo di basket U16. Tramite i...

il racconto

Rientrato il “trio delle meraviglie”: Caterina Gilli, Giulia Natali e Silvia Nativi, sono reduci dall'aver conquistato a Kaunas (Lituania) il campionato europeo di basket U16. Tramite i canali televisivi della federazione, la gare della nazionale di coach Giovanni Lucchesi sono state seguite a Mirabello, dove le tre ragazze sono crescite nella Bk Academy, e a Vigarano in quanto come rookie già nel passato campionato hanno cominciato a mettere piede in A1.

All'arrivo le tre ragazze ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

il racconto

Rientrato il “trio delle meraviglie”: Caterina Gilli, Giulia Natali e Silvia Nativi, sono reduci dall'aver conquistato a Kaunas (Lituania) il campionato europeo di basket U16. Tramite i canali televisivi della federazione, la gare della nazionale di coach Giovanni Lucchesi sono state seguite a Mirabello, dove le tre ragazze sono crescite nella Bk Academy, e a Vigarano in quanto come rookie già nel passato campionato hanno cominciato a mettere piede in A1.

All'arrivo le tre ragazze hanno raccontato come è stata vissuta questa indimenticabile esperienza cominciando da chi, nel campionato europeo, è stata inserita nel quintetto ideale e anche nominata Mvp della manifestazione ricevendo il pallone d'oro. «Sinceramente - spiega Caterina Gilli - non mi aspettavo di vincere il premio come miglior giocatrice degli europei. Quando mi hanno chiamato non avevo capito che ero la prescelta e sono stata quai spinta dal gruppo per presentarmi alla premiazione. Solo dopo, ritornando tra le mie compagne, mi sono resa conto del premio e l'emozione è stata tanta. In nazionale U16 abbiamo creato un gruppo fantastico».

Cosa si prova a vincere il campionato d'Europa e quando è arrivato il momento di poter credere nell'impresa? «L'Europeo era inizialmente un sogno - risponde Giulia Natali -, ma ci abbiamo messo il massimo impegno per farlo diventare realtà. Battendo nei quarti la Francia, squadra quadrata, molto fisica e campione d'Europa uscente, è cresciuta molto la nostra autostima. Poi in semifinale superando anche la Spagna, squadra che effettua un pressing asfissiante, ho cominciato a credere che potevamo farcela». Lo scorso anno Gilli e Natali avevano vinto il bronzo agli europei, quest'anno si è aggiunta l'ultima del trio debuttando con l'oro. «Ho provato un'emozione indescrivibile quando mi hanno consegnato la medaglia d’oro - ricorda Silvia Nativi -; abbiamo sempre fatto un passo avanti dopo ogni gara, superando anche i momenti difficili e alla fine la squadra ha meritato il titolo». —

Giuliano Barbieri

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI