Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La nuova Sangiovannese non si nasconde «Sì, puntiamo ai playoff»

in copertinaNon è bastato il gol di Tanese, domenica scorsa, alla Sangiovannese di mister Alberto Pavani. Nella prima uscita di Coppa Emilia il team biancazzurro ha dovuto cedere per 1-2 all’Atletico...

in copertina

Non è bastato il gol di Tanese, domenica scorsa, alla Sangiovannese di mister Alberto Pavani. Nella prima uscita di Coppa Emilia il team biancazzurro ha dovuto cedere per 1-2 all’Atletico Fiscaglia di Migliarino. Nessun dramma comunque e testa rivolta ai prossimi impegni della competizione estiva contro Goro, Ariano e Dogatese, in un precampionato utile a migliorare soprattutto la condizione fisica e il rodaggio generale di una squadra decisamente rinnovata e con aspettative alte ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

in copertina

Non è bastato il gol di Tanese, domenica scorsa, alla Sangiovannese di mister Alberto Pavani. Nella prima uscita di Coppa Emilia il team biancazzurro ha dovuto cedere per 1-2 all’Atletico Fiscaglia di Migliarino. Nessun dramma comunque e testa rivolta ai prossimi impegni della competizione estiva contro Goro, Ariano e Dogatese, in un precampionato utile a migliorare soprattutto la condizione fisica e il rodaggio generale di una squadra decisamente rinnovata e con aspettative alte.

A San Giovanni d’Ostellato la società ha lavorato duramente per tentare di allestire una rosa maggiormente competitiva rispetto a quella che nella passata stagione aveva comunque ottenuto il traguardo della permanenza in Seconda. E così è stato. Da Mesola sono arrivati Tiengo ed Errani, da Comacchio Cinti e Gelli, da Porto Garibaldi Contu e Bressan, da Ostellato bomber Alessandro Franchi, da Masi Torello Guidetti e alla rosa si è aggiunto anche Bellinati (l’anno scorso tra X Martiri e Seconda categoria veneta). Insomma, quasi tutti giocatori con esperienze superiori e pronti a dare il contributo sperato. Hanno, invece, salutato Trapella, Gobbo, Pappi Simone, Carli e Guidi.

«E’ un estate sicuramente interessante – commenta Amedeo Pampolini, direttore sportivo e storico giocatore del “Sangio” – perché il processo di rinnovamento è stato importante. La Coppa Emilia la giochiamo un po’ rimaneggiati e la prendiamo come un buon allenamento: vedremo se arriveranno anche i risultati. Quel che è certo è che vogliamo fare un campionato totalmente diverso da quello dell’anno scorso, puntando decisi ai playoff e onestamente speriamo di arrivare nelle prime cinque posizioni».

«Sarà comunque una stagione difficile - prosegue il dirigente - perché la concorrenza è di certo già altissima e nel nostro girone sono inserite squadre di tutto rispetto. La scelta del ritorno di mister Alberto Pavani sulla panchina? Siamo felici. E’ un allenatore molto preparato e navigato per la categoria. Stiamo già lavorando abbastanza bene e in maniera mirata in termini di ritmi sostenuti visto che in rosa ci sono ragazzi che hanno superato i trent’anni. Saremo pronti fisicamente per la prima di campionato». —

A.D.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI