Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ultras spallini indagati per lo scontro con i laziali ad Auronzo

Sono 22 ferraresi, un altro sta a Torino, stessa sorte a Roma per 9 "Irriducubili": per tutti l'accusa è di rissa aggravata e danneggiamenti aggravati. Non è finita: altro scontro in Autogrill con i tifosi padovani

Scontri fra tifosi ad Auronzo, 23 ultras spallini indagati

FERRARA. Perquisizioni, sequestri e 22 denunce a Ferrara, una a Torino e 9 a Roma. A disporre il blitz è stata la procura della Repubblica di Belluno a seguito degli scontri fra ultras spallini e laziali avvenuti lo scorso 28 luglio, prima dell'amichevole fra le rispettive squadre, alla quale per altro non hanno nemmeno assistito. Tutti ad Auronz ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Scontri fra tifosi ad Auronzo, 23 ultras spallini indagati

FERRARA. Perquisizioni, sequestri e 22 denunce a Ferrara, una a Torino e 9 a Roma. A disporre il blitz è stata la procura della Repubblica di Belluno a seguito degli scontri fra ultras spallini e laziali avvenuti lo scorso 28 luglio, prima dell'amichevole fra le rispettive squadre, alla quale per altro non hanno nemmeno assistito. Tutti ad Auronzo solo per fare a botte: è questo che gli inquirenti stanno accertando, ma ne sono già convinti.

IL BLITZ

Gli uomini della Questura di Ferrara all'alba di ieri, 4 settembre, hanno raggiunto le abitazioni di tutti gli indagati con mandato di perquisizione: cercavano elementi che confermassero ulteriormente la loro partecipazione agli scontri nella località dolomitica, come già appurato tramite immagini di video e foto scattate sul posto. Hanno così trovato un passamontagna, maglietta e pantaloncini vestiti in quell'occasione da uno degli indagati, fumogeni (di cui uno particolarmente pericoloso e per il cui acquisto occorre la licenza) e due tirapugni, uno dei quali con lame laterali estraibili. Contemporaneamente, anche la Digos di Roma e quella di Torino portavano a termine identiche operazioni, nel capoluogo piemontese nei confronti di un tifoso spallino che vive là e in quello laziale nei confronti di alcuni componenti degli "Irriducibili".

Il materiale sequestrato dalla Digos

LE INDAGINI

Non è finita qui. Al di là degli aspetti processuali e amministrativi, con pesantissimi Daspo in arrivo da parte della Questura di Belluno, ci sono altri episodi su cui le indagini proseguono. Uno è avvenuto lo stesso giorno ma a fine amichevole fra Lazio e Spal, dove, si ricorderà, rimase pure ferito un carabiniere con prognosi di 15 giorni. Ma, soprattutto, sotto la lente d'ingrandimento degli inquirenti ci sono le immagini dello scorso 12 agosto nell'area di servizio sull'A13 a Bentivoglio, dove si sono verificati scontri fra ultras spallini, di ritorno da La Spezia, e padovani, provenienti da Bologna, tutti "casualmente" in quell'Autogrill poco prima della mezzanotte dopo le partite di Coppa Italia. Fra i ferraresi, alcuni sono gli stessi che hanno partecipato agli scontri ad Auronzo.