Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La Copparese si prepara per una battaglia infinita

La nuova categoria è impegnativa però i rossoblù sono partiti con un buon pari. Baiesi: «Non dobbiamo mollare mai»

COPPARO

La prima di campionato, il primo derby, ed un confronto contro una formazione decisamente solida è in archivio: come lo 0-0 maturato sul campo domenica scorsa contro il Sant’Agostino. Ora la Copparese gira pagina e domani sarà a Massa Lombarda. «Certo, contro il Sant’Agostino abbiamo avuto delle occasioni per vincere ma va bene così». Mister Baiesi è uno di quei tecnici che non cerca svolazzi e punta alla concretezza.

concretezza

E lo spiega: «Lo scorso anno avevamo due partite che fin ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

COPPARO

La prima di campionato, il primo derby, ed un confronto contro una formazione decisamente solida è in archivio: come lo 0-0 maturato sul campo domenica scorsa contro il Sant’Agostino. Ora la Copparese gira pagina e domani sarà a Massa Lombarda. «Certo, contro il Sant’Agostino abbiamo avuto delle occasioni per vincere ma va bene così». Mister Baiesi è uno di quei tecnici che non cerca svolazzi e punta alla concretezza.

concretezza

E lo spiega: «Lo scorso anno avevamo due partite che fin da prima di giocare sapevamo essere difficilissime, quelle con il Medicina. Con le altre ce la giocavamo, lo sapevamo. Quest'anno le partite come quelle con il Medicina non saranno due, ma trentaquattro. Tutte quella che ci aspettano. E dovremo essere pronti e preparati, consapevoli del nostro valore e di quello delle avversarie. E non mollare. Neanche un millimetro. Certo, molte avversarie non le conosciamo, ma se stiamo concentrati possiamo giocarcela».

consapevolezza

Mister Baiesi non ha necessariamente paura di tutte le avversari, ma in casa rossoblù c'è grande consapevolezza dei propri limiti e delle proprie possibilità. E soprattutto che la mentalità dello scorso anno, quella che diceva di star tranquilli che tanto prima o poi un gol o due si segnavano, non può essere trasportata interamente alla categoria superiore con difese più pesanti e quadrate; centrocampo solidi e tecnici ed attacchi incisivi. Per capirci, non ci si può permettere di fare errori, che in Eccellenza non ti vengono perdonati se non in casi rarissimi. Se si manterrà la concentrazione, però, la nuova Copparese può fare bene: la difesa è ben costruita da ragazzi che almeno un anno in categoria, in passato, lo hanno giocato, a parte i fuoriquota. Il portiere Catozzo non ha ancora mostrato miracoli, ma è solido, attento e con personalità.

l’organico

In attacco Fyda non ha la strapotenza fisica dello scorso anno (le difese sono molto più pesanti), ma sa muoversi nel modo giusto, e Vanzini sta facendo vedere buone cose. A centrocampo c'è una certa mancanza di peso, ma il reparto è veloce e grintoso. In una parola, la prima immagine della Copparese è buona. «Il campo del Massa Lombarda non è mai facile. Siamo stati in un altro campionato due anni e di bianconeri ne conosciamo pochi, quindi non rimane che considerarli fortissimi e ragionare di conseguenza».

Quella di domani resta una prova importante. Non tanto per il risultato, quanto per potersi misurare contro una formazione interessante ma non fuori portata e verificare il valore assoluto. E fino a quando i campi saranno asciutti, la velocità del centrocampo rossoblù potrà dare buoni frutti. —

Alessandro Bassi

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI