Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Spal-Atalanta, quasi amici. L’orsetto Petagna pronto a sfidare il “Papu” Gomez

Un duello speciale: l’attaccante biancazzurro ritrova il grande amico di Bergamo. In nerazzurro si frequentavano ed erano protagonisti di scherzi e sfottò

FERRARA. Chissà che effetto farà loro ritrovarsi nel tunnel degli spogliatoi e imboccare due direzioni diverse. Andrea Petagna e Alejandro “Papu” Gomez, amici per la pelle, ex compagni di squadra e “padroni” dello spogliatoio della goliardia nerazzurra. Ma tra una settimana avversari sul prato del nuovo Mazza con le maglie di Spal e Atalanta in un posticipo del lunedì che ha tutte le carte in regola per farci divertire.

Rapporto speciale. Un'amicizia speciale la loro, nata nel campo di allena ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

FERRARA. Chissà che effetto farà loro ritrovarsi nel tunnel degli spogliatoi e imboccare due direzioni diverse. Andrea Petagna e Alejandro “Papu” Gomez, amici per la pelle, ex compagni di squadra e “padroni” dello spogliatoio della goliardia nerazzurra. Ma tra una settimana avversari sul prato del nuovo Mazza con le maglie di Spal e Atalanta in un posticipo del lunedì che ha tutte le carte in regola per farci divertire.

Rapporto speciale. Un'amicizia speciale la loro, nata nel campo di allenamento dell'Atalanta (a Zingonia), poi proseguita e consolidata giorno dopo giorno anche al di fuori del rettangolo di gioco. Un rapporto che ha avuto molta evidenziazione virtuale via social, ma che ha profonde radici reali. Realissime, anzi. Sta di fatto che Gomez e Petagna negli anni appena trascorsi hanno vinto il titolo simbolico come “coppia comica del mondo social calcistico”. Sono diventati più che virali loro fotomontaggi su Instagram: le prese in giro tra i due sono risultate incalcolabili, ma sempre all’interno di una storia di bella amicizia nata nella quotidianità del calcio.

Gli scherzi. Petagna ha sempre giocato con l’ex compagno di squadra atalantino puntando soprattutto alla sua bassa statura e creando in continuazione nuovi divertenti montaggi. In risposta a Petagna, l’argentino ha coniato il soprannome “Orsetto” e da lì è stato tutto un ballo musicale, un collage di video e tanti commenti che hanno divertito tutti i curiosi. L’affetto che li lega è ancora fortissimo ed è destinato a proseguire nel futuro anche senza condividere una città o un progetto sportivo. Quando Petagna ha ufficializzato il suo passaggio alla Spal, il “Papu” ha voluto salutare in modo speciale l'attaccante classe 1995, lanciando il solito post fotografico con un bellissimo collage che ritraeva momenti dei due calciatori assieme e la didascalia: “In bocca lupo in questa nuova avventura amico Andrea Petagna ricordati che sarò sempre qua per qualsiasi cosa tu abbia bisogno #lastoriafattainsieme”.

Inizio frizzante. L’inizio di questa già intensa stagione nell’Atalanta è stato particolarmente frizzante per il 10 nato a Buenos Aires nel febbraio 1988. Due reti e due assist in serie A sono un bottino mica male, mentre due reti e un’“assistenza” nelle varie uscite di Europa League sarebbero riscontri altrettanto positivi, ma a macchiare il personale rendimento europeo del “Papu” c’è stato il rigore sbagliato nella serie decisiva di Copenhagen. Che ha sancito, di conseguenza, la cocente eliminazione dell’Atalanta che sognava un nuovo cammino nella faase a gironi. Ad ogni modo, massima attenzione ai movimenti e alla qualità di Gomez andrà assolutamente prestata.

A secco. Petagna, invece, come ben sappiamo, è ancora all’asciutto dopo le prime tre sfide di serie A affrontate con la cassa della Spal. Ma le cose fatte vedere in campo hanno già testimoniato la sua utilità in squadra. Certo è che sbloccarsi segnando alla sua ex squadra, dentro il nuovo stadio ferrarese che ormai è pronto ad ospitare i match della massima serie, in una serata dalle mille attese per il popolo spallino sarebbe un ricordo decisamente mica male. —

Alessio Duatti. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.