Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il settore giovanile femminile avrà la prima squadra

Da sinistra: Carrari, Mattioli e Bondi durante la presentazione

L'annuncio di Carrari: Abbiamo formato uno staff molto preparato e giocheremo a Baura, in un impianto stupendo con due campi molto belli

FERRARA. La Spal oltre all'attività di settore giovanile al femminile da questa stagione agonistica avrà anche la prima squadra. E' questo l'annuncio dato martedì pomeriggio dal presidente della Spal Walter Mattioli, dal responsabile del Settore femminile biancazzurro Massimo Carrari e da Giuseppe Bondi, titolare dell'omonima azienda che diventa lo sponsor principale della realtà in rosa del sodalizio spallino. «Siamo partiti tre anni fa – spiega Carrari – quasi a fari spenti le ragazze sono ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

FERRARA. La Spal oltre all'attività di settore giovanile al femminile da questa stagione agonistica avrà anche la prima squadra. E' questo l'annuncio dato martedì pomeriggio dal presidente della Spal Walter Mattioli, dal responsabile del Settore femminile biancazzurro Massimo Carrari e da Giuseppe Bondi, titolare dell'omonima azienda che diventa lo sponsor principale della realtà in rosa del sodalizio spallino. «Siamo partiti tre anni fa – spiega Carrari – quasi a fari spenti le ragazze sono sempre state in crescita, e quest'anno abbiamo deciso oltre al settore giovanile di dedicarci anche alla prima squadra, prenderemo parte al campionato di Eccellenza regionale che inizia il 30 settembre. Abbiamo formato uno staff molto preparato e giocheremo a Baura, in un impianto stupendo con due campi molto belli. Non ci nascondiamo, il nostro obiettivo è quello di provare a vincere il campionato perchè vogliamo accedere alla serie C Nazionale».

Ha preso poi la parola Bondi: «Ho deciso di entrare in questo nuovo mondo che non conoscevo, ho una figlia che gioca a calcio, ho visto in loro interesse, voglia e come sono attaccate a questo sport. Da lì è nata l'intenzione di affiancarsi e dare una mano. Speriamo tutto possa andare bene come nella Spal al maschile». «Come sempre quando ci mettiamo a fare una cosa vogliamo farla bene – ha dichiarato il presidente Mattioli – qualche anno fa siamo partiti con questo progetto, un po' per l'obbligo di avere una squadra femminile ma anche molto per il desiderio di averla. Ci piace molto proseguire e rafforzare questo impegno, nella mia lunga storia di dirigente calcistico ho già avuto per quattro anni una squadra al femminile ai tempi della Giacomense, alle ragazze piace di certo essere coccolate ma sono anche grintose di dimostrare quello che valgono. Incontro ancora allo stadio giocatrici di quel tempo, ora mamme che mi dicono di avere portato i loro figli alla Spal».

Andrea Tebaldi