Quotidiani locali

«La cucina? Passione che spero di poter trasformare in lavoro»

Intervista a Luca Bini, il 34enne carrellista di Buonacompra protagonista del programma tv “I Re della Griglia” su DMax

È stata una puntata oltremodo positiva quella vissuta lunedì sera su DMax (canale 52 del digitale) dal ‘nostro’ Luca Bini ormai una star della trasmissione televisiva “I Re della Griglia”.

Infatti, questa volta il carrellista (di professione) 34enne di Buonacompra non solo ha superato la prova al primo round ma si perfino è meritato i complimenti degli chef giudici di gara (Rubio, Cristiano Tomei e Paolo Paris), i quali lo hanno definito “Equilibrato, senza incertezze, concentrato, determinato con occhi da tigre che vuole raggiungere a tutti i costi l’obiettivo”. Il finalista di questo lungo tour televisivo, che ogni volta vede eliminato uno dei nove concorrenti iniziali, andrà ai campionati del re della griglia, un traguardo che per chi è appassionato di cucina, rappresenta davvero un grande successo.

Luca lunedì sera doveva preparare un capocollo bombetta con cacio cavallo e vari altri ingredienti, il quale gli è riuscito alla perfezione. E non poteva che essere così, visto che come mascotte Luca porta sempre in testa un cappello “proprio a bombetta”.

Intanto, siamo riusciti ad intervistare (in assoluta esclusiva) il 34enne di Buonacompra.

È semplice passare da un lavoro pesante ad esperimenti culinari, come preparare una bistecca o il pesce per la cottura alla griglia?

«Sono due situazioni totalmente diverse: ognuna con le proprie “difficoltà”. Il lavoro da carrellista è un pò monotono, mentre l’attività in cucina, pur essendo anch,essa faticosa, mi soddisfa ed è davvero piacevole inventare e creare nuovi piatti».

Quanto dell’esperienza in famiglia è servito per cimentarsi in cucina?

«Mi è servito da un lato per avere l’ispirazione, ma anche le basi della cucina in generale. Poi con il tempo, la mia propensione alla cucina si è specializzata nella passione per il barbecue».

Adesso in tv stanno avendo grande successo i programmi culinari, ma avrebbe mai pensato di far parte di un reality?

«Quando ho iniziato a cucinare i reality non esistevano quindi non ho mai pensato di parteciparvi. Da qualche anno sono apparsi in tv i primi talent culinari, proprio mentre io sono diventato più esperto in cucina. Quando mi è capitata l’occasione di partecipare al casting per “I Re della Griglia”, ho deciso di provare per mettermi in gioco con altre persone e per rispondere ad un mio desiderio personale».

Crede che cambierà qualcosa dopo questa esperienza? Come vede il suo futuro in campo lavorativo?

«Qualunque sia il risultato ottenuto, torno a casa con un bagaglio di esperienze che mi ha accresciuto e che mi ha dato modo di conoscere persone diverse, a partire dai concorrenti e dai giudici. Da ognuno di loro ho appreso tantissimo. Nel mio futuro - conclude Luca - continuerò a cucinare per passione e magari un giorno la trasformerò in un lavoro».

L’appuntamento adesso è per lunedì 1 dicembre, sempre alle 21.10, con un’altra prova determinante per il proseguimento del cammino di Luca Bini verso la vittoria. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro