Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

È arrivato il giorno per dire no al bullismo

Domani pomeriggio al PalaBoschetto c’è l’evento clou dell’iniziativa #CeChiDiceNo che coinvolge gli studenti ferraresi

È pronto ad alzarsi il sipario sulla seconda edizione del #CeChiDiceNO, l’iniziativa contro il bullismo ideata ed organizzata dalla Parrocchia di Massa Fiscaglia, in collaborazione con l’Equipe Giovani della Diocesi di Ferrara-Comacchio e con il patrocinio dell’assessorato alle politiche giovanili del Comune di Fiscaglia e della Nuova Ferrara.

Dopo un percorso che ha portato gli organizzatori ad incontrare direttamente i ragazzi all’interno di alcune scuole cittadine ed a distribuire negli ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

È pronto ad alzarsi il sipario sulla seconda edizione del #CeChiDiceNO, l’iniziativa contro il bullismo ideata ed organizzata dalla Parrocchia di Massa Fiscaglia, in collaborazione con l’Equipe Giovani della Diocesi di Ferrara-Comacchio e con il patrocinio dell’assessorato alle politiche giovanili del Comune di Fiscaglia e della Nuova Ferrara.

Dopo un percorso che ha portato gli organizzatori ad incontrare direttamente i ragazzi all’interno di alcune scuole cittadine ed a distribuire negli istituiti superiori di Ferrara un migliaio di questionari per capire se, ed in che misura, è presente il bullismo nella nostra provincia, il progetto troverà il suo culmine nella giornata di domani, quando al PalaBoschetto di Ferrara (in via de Marchi) verrà ospitato l’evento vero e proprio.

Si tratta di un evento che si rivolge principalmente ai ragazzi delle scuole medie e superiori, ma anche al mondo degli adulti che, come spiega lo psicologo Giovanni Seghi nell’intervento che riportiamo qui a fianco, deve adoperarsi concretamente per porre un freno e, ancor prima, prevenire questo triste fenomeno.

La giornata di domani prenderà il via alle 15 con un momento sportivo, il quale coinvolgerà i ragazzi in alcune sfide di pallavolo (mentre nella prima edizione fu protagonista il calcio), quindi attorno alle 17 arriva il momento clou della giornata con lo stesso Seghi, psicoterapeuta e psicologo dello sviluppo, che coinvolgerà i ragazzi in un laboratorio dinamico ed esperienziale sul come prevenire il bullismo, attraverso la collaborazione tra le nostre diversità. Ognuno di noi, infatti, è diverso ed affronta i problemi di ogni giorno in modo differente, ma quando deve interagire e collaborare, tale diversità deve essere vista e vissuta come un valore e non come un disagio. È logico che tante diversità messe assieme possano produrre degli scontri, ma è proprio attraverso uno scontro che possiamo veramente conoscere l’altro e farci conoscere. Queste le riflessioni che Seghi cercherà di maturare nei ragazzi.

Ci sarà poi spazio per un saluto da parte di alcuni giocatori della Niagara 4 Torri Volley Ferrara che, in quanto atleti spesso presi ad esempio dagli adolescenti, offriranno una testimonianza su come anche lo sport possa essere un veicolo importantissimo per contrastare il bullismo.

Momento conclusivo con un rinfresco per tutti i partecipanti prima dei saluti finali, nella speranza di riuscire a smuovere un po’ le acque e far riflettere adolescenti e adulti su un problema che al giorno d’oggi coinvolge ben 1 ragazzo su 3. Come scriviamo sopra, si è concluso anche il contest fotografico legato all’iniziativa, realizzato in collaborazione con la società della Niagara 4Torri Volley, che ha visto la partecipazione di oltre 50 scatti e la premiazione di quattro immagini che hanno vinto biglietti omaggio per la gare interne di Spal, Mobyt e 4Torri.

Ma ora riflettori puntati su domani pomeriggio al PalaBoschetto, per fare sentire la propria voce ed urlare tutti insieme il proprio no al bullismo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA