Quotidiani locali

pontelagoscuro

La storia del folk italiano arriva a Ferrara

Domenica in versione acustica e il 23 a XII Morelli i Gang presentano l’ultimo disco di una ricca carriera

I Gang o, per dirla all’inglese The Gang, fanno parte della storia del folk rock militante italiano. Nata come Paper’s Gang in provincia di Ancona sul finire degli anni Settanta, la band ha da subito dimostrato un’attinenza particolare con il punk di matrice inglese; soprattutto quello dei Clash. Grazie agli autori di London Calling e Sandinista! i giovanissimi scoprono un mondo fatto di miseria, sfruttamento e emarginazione, ed è proprio quel mondo che scelgono di cantare. Il primo album, Tribes’ Union, Barricada Rumble Beat e Reds, esce nel 1984 e viene accolto bene dalla stampa specializzata. Si tratta di un disco fatto di musica dura e diretta e di testi di grande impatto politico e sociale.

Da allora sono passati più di trent’anni e i The Gang sono ancora qua. Nel Ferrarese arrivano con due date: domenica 10 a Pontelagoscuro (in versione acustica) e sabato 23 a XII Morelli (in versione elettrica).

“Sangue e cenere” tour, prende il nome dal nuovo disco della band marchigiana, arrivato a 15 anni dall’ultimo album di inediti Controverso, uscito nel 2000. Sangue e cenere, totalmente realizzato attraverso il crowdfunding (raccolta fondi online), ha ottenuto il 91.7% della somma richiesta: praticamente un successo annunciato. Il disco è stato prodotto artisticamente da Jono Manson, cantautore newyorchese, ed una parte delle registrazioni si è svolta negli Stati Uniti d’America, senza però che Sandro e Marino Severini, fratelli fondatori del gruppo, si spostassero. L’opera, che vede la collaborazione di numerosi musicisti, contiene 11 brani e la bellissima copertina corale è in bilico tra una foto di gruppo scattata all’interno di un circo e le foto di copertina di album memorabili come The Basament Tapes di Bob Dylan o Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band dei Beatles.

Ma torniamo alla storia del gruppo, alla svolta che li ha portati alla ribalta nazionale. Correva l’anno 1991 quando sugli scaffali dei negozi di dischi di tutta Italia arrivò Le radici e le ali, primo album in italiano dei Gang ed il primo della cosiddetta “triade folk rock” composta anche da Storie d’Italia (1993) e Una volta per sempre (1995). Le radici e le ali è stato inserito nella classifica dei 100 dischi italiani più belli di sempre secondo la nota rivista Rolling Stone Italia.

I due appuntamenti ferraresi di domenica 10 e sabato 23 maggio, rispettivamente a Pontelagoscuro ed a XII Morelli, sono imperdibili per fan e appassionati certo, ma anche succulente occasioni per le nuove generazioni, per scoprire la musica di un gruppo che in tutta la sua carriera ha saputo resistere senza scendere a compromessi.

Samuele Govoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon