Quotidiani locali

edito da feltrinelli - presentazione il 25 a ferrara

La linea verde, il conflitto israelo-palestinese nel libro di Diodati

È uscito per i tipi di Feltrinelli La linea verde. Giallo a Gerusalemme, il primo libro del ferrarese Francesco Diodati. Il volume (301 pagine), pubblicato nella collana “I Narratori”, è vincitore...

È uscito per i tipi di Feltrinelli La linea verde. Giallo a Gerusalemme, il primo libro del ferrarese Francesco Diodati.

Il volume (301 pagine), pubblicato nella collana “I Narratori”, è vincitore del premio “Gialli – Noir ilmiolibro – Feltrinelli Editore”.

L'autore, nato nel 1956, è ferrarese d’adozione, infatti è un ufficiale superiore dell’Esercito Italiano, da poco transitato nelle riserve. Per molti anni ha fatto parte dei reparti operativi e, successivamente, nell’ultima parte della carriera, si è occupato di selezione del personale, oltre che impegnarsi anche come dirigente nel mondo del calcio dilettantistico per seguire il figlio calciatore.

Ma di cosa parla La linea verde? Susan Foster è una giovane ed ambiziosa giornalista americana, la quale si trova a svolgere l’incarico di corrispondente da Gerusalemme. Da una parte i palestinesi, dall’altra gli israeliani. La Foster con il nuovo incarico entra in contatto con le profonde contraddizioni della Città Santa e di quella terra bellissima e maledetta che fa da teatro al conflitto israelo-palestinese. Catapultata in una realtà ambigua e feroce, sembra trovare un po’ di stabilità quando inizia una relazione con un collega, ma l’illusione di armonia dura poco. Tra i vicoli polverosi della Città Vecchia e lungo la linea verde del confine tra Israele e Cisgiordania, c’è chi si batte per un processo di pace, ma pure chi è disposto a tutto pur di proteggere quello in cui crede, con mezzi leciti e illeciti. Il gioco si fa sempre più grande, troppo grande per Susan: la destra sionista, Hamas, il Mossad, gli scandali della corruzione. Ben presto la giovane si trova coinvolta in oscure trame di potere che, in un crescendo di colpi di scena, la spingeranno ad adoperarsi con sempre più veemenza per denunciare gli orrori a cui assiste. Fino forse a intravedere, non senza aver pagato un caro prezzo, un debole raggio di speranza.

Mercoledì 25 novembre, alle 17.30, sarà presentato alla Feltrinelli di Ferrara. (s.g.)

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista