Quotidiani locali

Serata da impegno civile per l’apertura della rassegna 

Questa sera all’Apollo Multisala c’è Trafficked, il nuovo lavoro con Ashley Judd In abbinamento Invisibili, con il supporto di Unicef. Lo sconto con la Nuova

Da Hollywood a Ferrara passando per l’immaginazione, la creatività e la voglia di sognare. Questo il punto di forza del Ferrara Film Festival, che per questa edizione propone una serie di eventi, mostre e incontri prestigiosi durante tutto il periodo della manifestazione.
Oggi, dopo l’anteprima del Festival che vede protagoniste due premiére, una europea e una mondiale – Invisibili di Unicef e Trafficked con il supporto di ONU – l’inaugurazione delle mostre presso Palazzo della Racchetta.
Si tratta di #SuperHumans, curata da Simone Scopa grande collezionista e appassionato di cinema ferrarese, impegnato attivamente nel mondo nel fandom italiano. #Superhumans sarà allestita con un’esposizione di reali protesi acustiche Starkey, multinazionale americana leader in questo settore, contrapposte a quelle cinematografiche di Iron Man, impiegate nell'immaginario da Tony Stark dapprima per salvarsi la vita, sino alla genesi del suo alter-ego super eroe.
Sempre alla Racchetta la mostra esclusiva Note di margine. Di e su Michelangelo Antonioni, curata da Elisabetta Antonioni.
E per concludere la carrellata sugli artisti ferraresi, una intensa monografica su Lyda Borelli curata dal nipote Giovanni Alliata, che festeggerà il 26 marzo l’anniversario della nascita della prima diva italiana del film muto.
Tutte le mostre saranno inaugurate oggi alle 21.30 dopo il documentario Invisibili di Unicef.
Si comincia (all’Apollo Multisala, in via Ragno 35 a Ferrara, sede delle proiezioni del Festival ) con Trafficked – pellicola diretta da Will Wallace su endorsement delle Nazioni Unite e prodotto da Conroy Kanter e Frank Mayor – che vede tra le protagoniste Ashley Judd e Anne Archer. La pellicola tratta un argomento ancora tabù: la storia di tre ragazze, una americana, una nigeriana e una indiana, che vengono “trafficate” fino allo sfruttamento sessuale in un bordello del Texas. Una fiction basata sul bestseller del professore di Harvard Siddhart Kara, che ha studiato il fenomeno globale del traffico umano per oltre 15 anni e che inneggia al riscatto femminile e alla libertà.
Questo primo lungometraggio del festival sarà preceduto da un corto: il documentario Invisibili – progetto di Floriana Bulfon, giovane giornalista di inchiesta e fotografa e Cristina Mastrandrea, fotogiornalista freelance – realizzato per Unicef, che racconta le vite di alcuni minori immigrati non accompagnati che sbarcano in Italia.
Tra gli altri titoli spiccano In search of Fellini diretto da Taron Lexton - il più giovane laureato della scuola di cinema di Los Angeles - e scritto da Nancy Cartwright già doppiatrice storica di Bart Simpson nella versione in lingua originale. Rupture prodotto dall’italiano Andrea Iervolino, classe ’87 e interpretato da Noomi Rapace nel cast dell’ultimo Sherlock Holmes. Ovunque tu sarai con Ricky Memphis, Primo Reggiani, Francesco Montanari e Francesco Apolloni, che racconta il viaggio di 4 ultras dell’AS Roma e la loro avventura in trasferta. Stella con Violante Placido e Djin tonic con Francesco Pannofino. E poi Big Sky prodotto da una delle più importanti case di produzione indipendenti, la Barter Entertainment.
Domenica 26 alle 15 un film fuori programma sarà proiettato al Multisala Cinepark Apollo: Music Within, del 2007, con la partecipazione in sala del regista Steven Sawalich e di Sara Giada Gerini, che si presteranno per un domanda-risposta dal pubblico. Con il tagliando che si trova sotto, sarà possibile avere una riduzione sul biglietto di ingresso di tutte le proiezioni (da 8 a 5 euro).

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista