Quotidiani locali

L’attesa reunion del Drive In  al Teatro Nuovo di Ferrara 

Presentata dagli stessi protagonisti la tournée che partirà dalla nostra città Sul palco D’Angelo, Beruschi, Vastano, Pistarino e Gaspare (orfano di Zuzzurro)

Dopo 30 anni si sono riuniti i protagonisti di uno degli spettacoli televisivi più importanti e amati d’Italia per una tournée che raggiungerà le piazze del Bel paese: Gianfranco D’Angelo, Enrico Beruschi, Margherita Fumero, Carlo Pistarino, Sergio Vastano e Nino Formicola hanno presentato nella splendida cornice di Villa Horti della Fasanara “Drive In The Reunion”, uno show inedito e imperdibile, uno spettacolare mix di cabaret, musica e un pizzico di amarcord (lo stesso Federico Fellini disse «Drive In è l’unico programma per cui vale la pena di avere la tv»).
Proprio a Villa Horti (ma anche al Nuovo) si stanno svolgendo le prove dello spettacolo che si terrà in anteprima mercoledì 7 giugno al Teatro Nuovo e ieri il gruppo fra una battuta e l’altra ha descritto il progetto della tournée.
«Questa ripresa del “Drive In” ci diverte, parleremo anche di argomenti attuali perché è bello vivere di ricordi ma è anche bello essere contemporanei - ha spiegato D’Angelo». «Belle parole...belle parole» lo interrompe quindi Beruschi, aggiungendo che con gli anni la barba ha cambiato colore per dargli tono e che Margherita continuerà nell’ingrato compito della moglie pedante. A tal proposito, la stessa Fumero ricorda un aneddoto: «Le persone erano convinte che fossimo sposati anche nella realtà, tanto che in un albergo, in occasione di uno spettacolo, quando abbiamo specificato camere separate, hanno creduto fossimo divorziati!».
«Io sono Sergio Vastano, ho 28 anni, 29 a dicembre, sono laureato in lingue e letterature straniere moderne, nuoto, cavallo....se avete qualche lavoretto da fare...» irrompe l’irresistibile “Bocconiano fuori cors”o icona del rampantismo e della “Milano da bere”. Piú riflessivo l’intervento di Nino Formicola, in arte Gaspare, il fido assistente dell’ingenuo commissario Zuzzurro, l’indimenticabile Andrea Brambilla: «Questo spettacolo servirà forse a riportare la logica nel pubblico e nei confronti della comicità attuale, nel senso che il pubblico si è dimenticato una cosa fondamentale e cioé che i comici non invecchiano mai, al massimo smettono di far ridere, ma quando un comico continua a far ridere non è mai vecchio. Noi non siamo solo il “Drive In”, siamo il “Drive In 2.0”, il linguaggio sarà quello del 2017 non del 1985», ha quindi sottolineato.
Sempre secondo Gaspare, oggi ci sono molte comete e stelle cadenti nel mondo della comicità, in quanto si tende a confondere la bravura a livello tecnico con il testo che si presenta e la comicità stessa è compressa nel tempo di pochissimi minuti, i quali rendono quasi impossibile la creazione di uno sketch ben strutturato. «Noi diciamo dal palco quello che voi pensate, pertanto noi possiamo far ridere su ció che il pubblico conosce e dobbiamo sempre essere acuti osservatori della realtà - continua Gaspare -, bisogna sapersi adattare, il pubblico ha ragione... non esiste il pubblico che non ha capito, esiste il comico che ha sbagliato».
Sebbene sia andato in onda per soli cinque anni, “Drive In” rimane programma simbolo degli anni ’80 attraverso la sua proposta innovativa e un’insuperabile concentrazione di talenti comici, guidati da Antonio Ricci. Rispondendo alla domanda se si potesse portare anche in televisione il progetto di “Drive In The Reunion”, Vastano ha prontamente risposto che in quel caso si sarebbe chiamato “Drive Inps”. «Se il pubblico dovesse scendere nelle piazze ed acclamarci saremmo costretti ad andare in tv», ha risposto quindi la Fumero.
«"Abbiamo scelto per l’anteprima Ferrara per l’amicizia che ci lega al Nuovo, poi ci saranno altre tappe, tra cui Roma, Torino e Milano» hanno aggiunto gli organizzatori ed il presidente dell’Associazione Artisti Italiani Uniti, Claudio Viola. Sul palco si alterneranno le esibizioni dei singoli artisti con monologhi conosciuti e nuovi, arricchiti dalla presenza di alcune splendide ragazze e musica... degli anni ’80.
Valentina Bacilieri
©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics