Quotidiani locali

iva “sfrattata’ dal proprio figlio

Alla ‘tenera’ età di 77 anni la reggiana Iva Zanicchi può ben dire di aver fatto tutto e non solo nel mondo dello spettacolo. Cantante (con tre Festival di Sanremo vinti e tanto altro), conduttrice...

Alla ‘tenera’ età di 77 anni la reggiana Iva Zanicchi può ben dire di aver fatto tutto e non solo nel mondo dello spettacolo. Cantante (con tre Festival di Sanremo vinti e tanto altro), conduttrice televisiva, perfino eurodeputata per Forza Italia ed ora apprezzata attrice di teatro. «Mi sto divertendo - ci confida -, poi faccio altre cose, ad esempio in questo periodo sono ospite al “Maurizio Costanzo show” e di Carlo Conti per un programma dedicato allo Zecchino d’oro. Il segreto è quello di divertirsi».

Partiamo subito dalla nuova partner teatrale: «È piacevole lavorare con Marisa, bravissima attrice e persona generosa. Poi la storia è divertente: mio figlio mi manda via dalla mia casa perché si sposa e mi spedisce in casa di riposo, da dove scappo e lungo una strada trovo lei, che scambio per quello che potete immaginare... Fra tanti malintesi si ride tanto, ma è anche uno spettacolo che fa riflettere e in alcuni momenti malinconico, ho visto più di una persona piangere...».

Lei del Nord e la Laurito del Sud, è anche un diverso modo di vedere le cose: «Lei esprime tutta la verve dell’essere napoletana e quando si arrabbia ne spara qualcuna in dialetto, come del resto anche io faccio alcune battute in emiliano. Ma sul palco Nord e Sud si incontrano, perché in fondo non siamo poi così diversi di fronte ai problemi».

In televisione la Laurito ha detto che si trova bene con lei perché a volte ‘dimenticate’ il copione: «Vero, ci accomuna il piacere dell’improvvisazione. Lo facciamo volutamente, a seconda delle occasioni e delle reazioni del pubblico aggiungiamo qualche battuta nuova al testo. D’altronde non potrei proprio dire tutte le sere le stesse identiche battute».

Il suo precedente spettacolo era sempre al femminile e si chiamava “3 donne in cerca di guai” (vista sempre al Nuovo e al Teatro Arena di Codigoro), nel quale recitava con Barbara Bouchet e Corinne Clery: quest’ultima al recente “Grande Fratello vip 2” ha speso bellissime parole per lei: «L’ho seguita in questa avventura - risponde la Zanicchi -, è stata divertente, d’altronde lei lo è anche nella vita di tutti i giorni. È la classica ‘compagnona’, poi è molto altruista, a volte ha scatti d’ira ma a chi non succede? Abbiamo lavorato bene assieme, peccato sia uscita così presto, perché non ha avuto il tempo di dimostrare molte delle sue qualità».

Lei ci andrebbe al “Grande Fratello”? «La proposta in effetti mi è stata fatta, ma ho rifiutato per altri impegni, ma perché no? Certo bisogna essere forti, non è semplice stare chiusi in quel modo, a volte da fuori sembrano ridicoli certi personaggi famosi che piangono, ma stare in quella casa è peggio di una prigione, perché non vedi i tuoi cari, sei isolato dal mondo e neppure puoi leggere con le telecamere che ti seguono tutto il giorno. Insomma, si diventa molto fragili. Ma credo sia anche un’esperienza da provare, indubbiamente nuova e chissà in futuro cosa potrà succedere».

Sabato torna a Ferrara, al Nuovo: «Vengo sempre volentieri lì, perché a Ferrara mi sono trovata molto bene e il teatro è bellissimo». (d.b.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista