Quotidiani locali

Impastato: «Duetto con me per imparare chi sono»

Comico, attore e scrittore: domani sera il suo spettacolo al Barattoni di Ostellato Gli esordi con Abatantuono, l’esperienza al Gf e un credo: serve tanta costanza

Nato a Milano il 21 settembre 1971, comico, attore, scrittore. È Gianluca Impastato, ospite domani sera del Teatro Barattoni di Ostellato (Via Garibaldi, 4/c; sipario alle 21) con lo spettacolo “30 anni fotomodello”, che apre la rassegna teatrale “SipariOstellato”. Un appuntamento importante, dunque, con il comico – da sempre appassionato della recitazione e della musica - che ha iniziato la sua carriera nel quartetto dei “Turbolenti”, gruppo milanese con cui ha partecipato a festival e cabaret fino all’approdo nel 2003 sul palcoscenico di Colorado Cafè sotto la benedizione di Diego Abatantuono.

Qui Impastato ha messo in mostra i suoi due personaggi divenuti celebri: l’enologo “Chicco d’Oliva” e l’uomo dei misteri “Mariello Prapapappo”. Recentemente ha partecipato alla seconda edizione del Grande Fratello Vip, ma dopo 36 giorni di permanenza ha dovuto abbandonare la casa per una presunta espressione blasfema, da lui sempre negata. Altre sue apparizioni si ricordano a Paperissima Sprint, ma soprattutto nella trasmissione sportiva Guida al Campionato con simpatici siparietti humor.

Gianluca Impastato, dopo l’esperienza a Comacchio nel 2016, torna su un palco del ferrarese…

«Sì, ricordo benissimo quella serata con il tutto esaurito. Davvero un bellissimo colpo d’occhio. Peccato poi che nel tornare a Milano mi fermò la Polizia Stradale all’ingresso dell’autostrada e mi fecero una contravvenzione per il parabrezza rigato. Raccontandola ora mi viene da sorridere ma sul momento ero molto dispiaciuto dall’intransigenza perché ero tranquillissimo di essere in regola con tutto».

Cosa dovranno attendersi gli spettatori del Barattoni?

«Anche a Ostellato mi aspetto una bella serata fatta anche di attualità poiché parlerò anche dell’ultima esperienza al Gf Vip con qualche aneddoto. Chi assisterà allo spettacolo dovrà aspettarsi il meglio dei miei personaggi che negli anni ho fatto conoscere in tv, ma anche qualcosa di nuovo. Senza dimenticare che indosserò i panni del monologhista con racconti di quotidianità».

Come sono nati i suoi due personaggi “top”?

«Chicco d’Oliva è la messa in mostra della mia passione per i vini nata in concomitanza con fenomeno della rubrica “Gusto” su Canale 5. Mariello, invece, nasce da un’altra esigenza che è la mia passione per la storia. Da lì sono partiti racconti di episodi in maniera buffa e misteriosa».

Altre passioni personali?

«Diciamo che non si tratta proprio di passioni, ma è vero che ho simpatia per i tatuaggi. Ne ho un paio per dare forma ad esperienze vissute e ad altre che avrei voluto vivere. Mentre la batteria e le percussioni sono uno svago che mi ha coinvolto tanto da prendere alcune lezioni dando sfogo alla mia voglia di imparare. Però diciamo che bisogna avere costanza (ride, ndr)…».

Cosa le ha dato l’esperienza al Gf Vip?

«È stata senza dubbio una bella opportunità per conoscere un mondo televisivo a me sconosciuto nella pratica, ovvero quello dell’intrattenimento. Avevo, infatti, sempre fatto programmi comici circoscritti a un certo tipo di pubblico. Questo dell’intrattenimento è un mondo dove stare in equilibrio non è facile e l’epilogo del Gf ne è stata la testimonianza. Credo che alla fine sia stato trovato un pretesto per sostituirmi».

Cosa le ha dato più soddisfazione in carriera? E un rimpianto?

«Il rimpianto più recente è stato proprio il finale del Gf. Avere un’opportunità del genere – a mio parere guadagnata – e finirla in quel modo non può che essere un rimpianto che si aggiunge a piccoli altri come, ad esempio, miei programmi che non hanno avuto il successo che a mio avviso avrebbero invece meritato. Le maggiori soddisfazioni, invece, sono state il ritorno e quindi l’accoglienza del pubblico di Colorado Café proprio dopo il Gf Vip e l’amicizia nata negli anni con Diego Abatantuono, con cui vi è una forte stima reciproca». (a.d.).



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon