Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Amleto, sogno di un clan sgangherato

Venerdì a Ostellato Proscenio Teatro porta una singolare versione del classico

È in programma venerdì alle 21 il secondo appuntamento con “SipariOstellato”, la nuova stagione dello storico teatro “Barattoni”. Dopo la grande partecipazione in occasione dello spettacolo inaugurale con il comico tuttofare Gianluca Impastato, si va in scena per un altro appuntamento speciale. Si tratta di un’esclusiva di stagione per la regione, Ostellato ospita infatti l’unica data dello spettacolo “Volevo solo fare Amleto”, un lavoro di Proscenio Teatro, coprodotto dal Teatro Stabile del ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

È in programma venerdì alle 21 il secondo appuntamento con “SipariOstellato”, la nuova stagione dello storico teatro “Barattoni”. Dopo la grande partecipazione in occasione dello spettacolo inaugurale con il comico tuttofare Gianluca Impastato, si va in scena per un altro appuntamento speciale. Si tratta di un’esclusiva di stagione per la regione, Ostellato ospita infatti l’unica data dello spettacolo “Volevo solo fare Amleto”, un lavoro di Proscenio Teatro, coprodotto dal Teatro Stabile delle Marche.

È uno spettacolo insignito di numerosi premi e riconoscimenti. Con Stefano Tosoni – nel ruolo di protagonista e regista ed autore assieme a Francesca Tosoni – calcheranno la scena Elena Cupidio, Venusia Morena Zampaloni, Kevin Pizzi e Giacomo Pompei, accompagnati dalle musiche dal vivo di Daniele Astorri. Sarà data vita a una rilettura in chiave contemporanea di un grande classico della drammaturgia teatrale di tutti i tempi.

“Essere o non essere”. Parole di Amleto, personaggio fatto in tutti i modi: classico, avanguardistico, psicologico; perché per presentare l’Amleto oggi bisogna sbalordire. Questo pensa Stefano, giovane attore squattrinato che sogna di fare Amleto. Dato che nessuno gli offrirà mai la parte, decide di fare tutto da solo: riduzione, regia, musiche, costumi, burocrazia. Stefano si ritrova così a guidare una compagnia di attori sgangherati, come un moderno Brancaleone, che sprona la sua armata verso l’impresa di mettere in scena uno dei drammi più belli di tutti i tempi. Il costo dei biglietti varia da 8 a 10 euro.

Alessio Duatti