Quotidiani locali

al comunale 

Giovedì la prima nazionale di “Still life” con Preljocaj

Giovedì alle 21 al Teatro Comunale Abbado di Ferrara, per la stagione di danza va in scena “Un trait d'union/Still life”, la prima creazione del 1989

FERRARA. Giovedì alle 21 al Teatro Comunale Abbado di Ferrara, per la stagione di danza va in scena “Un trait d'union/Still life”, la prima creazione del 1989, la seconda dello scorso anno in prima nazionale, con coreografie di Angelin Preljocaj.

La prima è una storica pièce dell’89, entrata nel repertorio dell’Opéra de Paris nel 2003. “Un trait d’union” racconta la ricerca instancabile di due esseri umani per entrare in relazione tra loro, arginando la solitudine e aprendosi alla consapevolezza l’uno dell’altro. Basata sulla musica di Johann Sebastian Bach (Concerto per piano No 5 BWV 1056 secondo movimento).

“Still life” è un lavoro del 2017, quella di giovedì a Ferrara è la prima nazionale. La coreografia è sempre di Preljocaj, su musiche di Alva Noto e Ryuichi Sakamoto, scenografie e costumi Lorris Dumeille, luci Éric Soyer, assistente alla direzione artistica Youri Aharon Van den Bosch, coreologa Dany Lévêque, produzione Ballet Preljocaj.

Giovedì al Comunale le musiche saranno eseguite da Glenn Gould con la Columbia Symphony Orchestra, creazione sonora di Marc Khanne, costumi di Nathalie Fontenoy, luci di Jacques Chatelet. Preljocaj, francese di origine albanese, dopo gli studi di danza classica si perfeziona nel linguaggio contemporaneo e nell’84 fonda la sua compagnia. Da allora crea più di quaranta coreografie in cui affronta temi complessi attraverso una gestualità energica e di grande fisicità.

Biglietti in corso Martiri della Libertà 5, tel. 0532 202675.
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon