Quotidiani locali

Dal campo di calcio ai concorsi di bellezza

Marco Mazzanti, segni particolari bellissimo, spesso protagonista alle selezioni per “Il + bello d’Italia”. In fondo lui era il Tom Cruise del “Grande fratello”, di quella IX edizione del 2009 vinta...

Marco Mazzanti, segni particolari bellissimo, spesso protagonista alle selezioni per “Il + bello d’Italia”. In fondo lui era il Tom Cruise del “Grande fratello”, di quella IX edizione del 2009 vinta da Ferdi Berisa dopo 100 giorni all’interno della “casa più famosa d’Italia”. L’avventura di Marco durò invece un mese, partito come uno dei favoriti pagò probabilmente a caro prezzo le polemiche legate alla sua relazione con la rodigina Lea Veggetti, più grande di lui di 14 anni e con la quale tornò alla ribalta delle cronache due anni dopo, quando furono denunciati per una serata di follia in un albergo di Milano.

Ma Mazzanti di Zocca di Ro (la sorella Sara è stata assessore comunale), classe 1985, era prima di tutto uno sportivo di valore, cresciuto nel vivaio della Spal, portiere di notevole qualità, dopo alcune apparizioni nei professionisti (e un grave infortunio) militava nel San Felice in Eccellenza, quando rispose alla chiamata della tv e giocoforza abbandonò il mondo dello sport. Ma non del tutto, perché agli studi attoriali (si è laureato in arte drammatica a Roma), ha aggiunto quelli in scienze motorie, percorso iniziato prima del “Grande fratello” e sospeso per dare spazio al percorso nel mondo dello spettacolo. Dopo aver vissuto per diversi anni a Roma, da qualche tempo si è trasferito a Bologna dove ha aperto uno studio di fisioterapia e non ha ancora smesso di studiare, ha infatti iniziato un percorso (quinquennale) di specializzazione in osteopatia.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori