Quotidiani locali

ferrara

Sgarbi a teatro racconta la mostra di famiglia

Questa sera all'Abbado una lezione illustrata per presentare "Da Niccolò dell'Arca a Gaetano Previati"

Con Vittorio Sgarbi a Ferrara alla collezione Cavallini Sgarbi Vittorio Sgarbi, illustra alcuni dei capolavori della collezione Cavallini Sgarbi esposti in Castello LEGGI L'ARTICOLO

FERRARA. Questa sera al Teatro Comunale Abbado di Ferrara (corso Martiri della Libertà, 5) si terrà la “Vittorio Sgarbi racconta la collezione Cavallini Sgarbi”, serata evento che rientra nell’ambito della mostra “Da Niccolò dell’Arca a Gaetano Previati. Tesori d’arte per Ferrara”, fino al 3 giugno nelle sale del Castello Estense. Si tratta di una lectio illustrata che racconta attraverso parole e immagini la collezione d’arte della famiglia Cavallini Sgarbi, ripercorrendo non solo la storia di una straordinaria impresa culturale, ma anche quella di una famiglia ferrarese che all’arte ha dedicato tutte le proprie energie.

Alla serata, introdotta da Mario Andreose, presidente de La nave di Teseo Editore, interverranno il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani ed Elisabetta Sgarbi, presidente della Fondazione Elisabetta Sgarbi e direttore generale de La nave di Teseo Editore. A seguire la lectio di Sgarbi, il concerto al pianoforte del maestro Alessandro Marino, che eseguirà brani di George Gershwin e Louis Moreau Gottschalk. Il concerto è in collaborazione con l’Accademia pianistica internazionale di Imola e verrà presentato dal presidente dell’Accademia, Francesco Micheli. La mostra “La Collezione Cavallini Sgarbi. Da Niccolò dell’Arca a Gaetano Previati. Tesori d’arte per Ferrara”, ha aperto lo scorso 3 febbraio nelle sale del Castello Estense di Ferrara, registrando un grande successo di pubblico.

Mostra collezione Sgarbi-Cavallini, vernissage con politici e vip Gran pienone al vernissage della mostra "Da Niccolò Dell'Arca a Gaetano Previati", che si è svolto in Castello con il critico d'arte Vittorio Sgarbi in veste di cicerone. Nel monumento estense viene esposta fino al 3 giugno una parte della collezione Sgarbi-Cavallini. Tra il pubblico che ha subito affollato le sale, il ministro Dario Franceschini, avversario di Sgarbi nella corsa elettorale, Elisabetta Sgarbi, editrice e sorella del critico, il regista Pupi Avati, il segretario generale del Mibact, Carla Di Francesco, lo storico Giordano Bruno Guerri.LEGGI L'ARTICOLO

Presenti all’interno delle sale circa 130 opere tra dipinti e sculture della Collezione Cavallini Sgarbi, dall’inizio del Quattrocento alla metà del Novecento, raccolte in circa quaranta anni di collezionismo appassionato da Vittorio Sgarbi con la madre Caterina “Rina” Cavallini e con la presenza silenziosa di Giuseppe “Nino” Sgarbi. La mostra, che si espande per quattordici sale, è realizzata e promossa dalla Fondazione Elisabetta Sgarbi, in collaborazione con la Fondazione Cavallini Sgarbi, con il Comune di Ferrara, con il patrocinio del ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo e della Regione Emilia-Romagna, con il sostegno di Bonifiche Ferraresi, Fondazione Cariplo, Genera Group Holdings e con il supporto di Ciaccioarte e Ascom. Ingresso alla serata libero con prenotazione obbligatoria. Il biglietto-invito potrà essere ritirato fino a questa sera nella biglietteria del teatro oggi aperta dalle 15.30-19. Info: 0532 202675.
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro