Quotidiani locali

teatro

Cremona e i suoi "Prestigi". La magia è protagonista

Codigoro, il comico e illusionista chiude la stagione all'Arena. "Lo spettacolo è un omaggio a quella che ormai è una tradizione di famiglia"

CODIGORO. La stagione teatrale di Codigoro si chiude domani sera (venerdì 16 marzo) con “Prestigi”, lo spettacolo di e con Raul Cremona. Il comico e illusionista salirà alle 21 sul palco del teatro Arena di piazza Matteotti con uno spettacolo di magia che da quasi cinque anni sta girando l’Italia in lungo e in largo. Il funambolico attore e mago milanese, propone al pubblico una pièce fatta di quadri, di scene e contesti diversi. C’è il Cremona incantatore, il Cremona commediante e (ma solo un po’) ciarlatano, ma soprattutto c’è il Cremona mago.

Il titolo, del resto, parla da sé. «“Prestigi” - ha spiegato lo showman alla Nuova - è un viaggio attraverso la mia passione primaria, ovvero, l’illusionismo. È la storia dell’illusionismo letta attraverso la mia esperienza». Nel corso dello spettacolo il milanese racconta il primo incontro avuto con la magia e il palcoscenico: «Magia e illusionismo fanno parte della mia famiglia ormai da tre generazioni. Questo spettacolo vuole essere anche un po’ un omaggio a quella che ormai è diventata per noi una tradizione». Ed ancora, presenta un mondo fatto di giochi, macchiette, boutades, canzoni «ne canterò due scritte da me», dice Cremona, perché anche la musica è un’altra grande passione dell’attore.

E tratteggia stralunati personaggi tra cui Silvano il Mago di Milano, Mago Oronzo e Yuri Papacenko; proposti nel corso dello spettacolo, oltre al suo cilindro pieno di magie ed incanti che con i tanti personaggi, sono nati da quel teatro “povero” e “scarno” di cui Raul Cremona è figlio eccellente. L’attore ha detto: «È una sorta di nuovo debutto questo per me perché non ho mai avuto l’opportunità di esibirmi a Ferrara e provincia (fatta eccezione una sua ospitata all’evento “Un angelo di nome Giulia” nel 2015, ndr) - e poi prosegue -. Sto lavorando, in coppia con Mago Forest, ogni lunedì a “Che tempo che fa” di Fabio Fazio e ho in animo di preparare un nuovo spettacolo teatrale. Infine, organizzerò a gennaio (dal 2 al 6) al teatro Manzoni di Milano, il Festival della Magia».

“Prestigi” a parte la stagione teatrale codigorese ha fatto registrare finora una soddisfacente presenza di pubblico ed il numero degli abbonamenti staccarti risulta in linea con le precedenti edizioni. L’edizione in dirittura di arrivo si è composta di quattro spettacolo (compreso quello di domani) ed è stata proposta e organizzata dal Comune. Durante la presentazione del cartellone nei mesi scorsi il sindaco Alice Zanardi aveva detto che gli spettacoli in programma erano stati pensati per coinvolgere e soddisfare un pubblico eterogeneo.

Spettacoli che hanno consentito di mettere in scena diverse tipologie di appuntamenti teatrali come “Gli elefanti sanno nuotare” con Paolo Franceschini e il Gruppo de “I 60 lire”, per una sorta di divertente e dissacrante escursione tra comicità e canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana e lo spettacolo da tutto esaurito “Quello che non ho”, con Neri Macorè che aveva tratteggiato magistralmente un affresco teatrale sotto forma di teatro canzone che utilizzava come filo conduttore le canzoni di Fabrizio de Andrè. E ancora, la compagine di livello internazionale della Roberto Herrera Tango Company che, con “El Tango”, aveva entusiasmato e coinvolto il pubblico presente attraverso un’immersione nelle esibizioni di ballo e musica con il tango argentino. Ora si chiude in bellezza con la magia in attesa di scoprire cosa verrà estratto dal cilindro per la prossima stagione.

Piergiorgio Felletti

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro