Quotidiani locali

ferrara

Sulle note del tempo... libero Torna MiXXer Festival

Da oggi a sabato tre giorni di concerti nei luoghi simbolo della città estense. Sabato sera i musicisti accendono le stelle della notte europea de musei

FERRARA. A Ferrara torna MiXXer, il festival delle musiche del XX secolo che per tre giorni propone concerti e happening musicali in diversi luoghi della città. L’evento, che si svolgerà da oggi a sabato, è organizzato dal conservatorio Frescobaldi ed è giunto quest’anno alla sua dodicesima edizione. Ideato e curato da Stefano Cardi, docente del conservatorio, il festival vede la stretta collaborazione tra studenti e docenti del Frescobaldi e musicisti ospiti, con l’intento di creare uno spazio dedicato alla musica di oggi, che come suggerisce il nome dell’evento raccolga gli stili differenti che si incontrano in un mix di sonorità. Tanti gli appuntamenti musicali all’interno delle mura di alcuni dei luoghi più suggestivi della città. Si suonerà all’interno della sala della Musica (chiostro di San Paolo), nelle sale del Ridotto del Teatro Comunale, al museo archeologico, a Palazzina Marfisa d’Este, Palazzo Crema e pure all’interno del Castello Estense. La tre giorni, evento già di per sé di richiamo, coincide con la Notte europea dei musei (sabato dalle 19.30 alle 23).

Il tema di questa edizione sarà il tempo libero, in una doppia accezione: «Da un lato - spiega Cardi - la musica come svago durante il tempo libero, come passatempo, dall’altro quel percorso che i musicisti hanno avviato per mutare continuamente le regole del “gioco musicale”, prima e dopo il periodo classico-romantico fino ad arrivare ai giorni nostri dove le musiche composte durante il nostro contemporaneo diverranno gli spartiti su cui si studierà nel futuro». Francesco Colaiacovo, presidente del conservatorio, ricorda quanto sia importante per la realizzazione di tale attività, la partecipazione di tante realtà cittadine che rendono possibile la realizzazione di un appuntamento così ramificato. «Da quest’anno - ha sottolineato - si aggiunge anche la preziosa collaborazione di Ferrara Musica».

Il vicesindaco e assessore alla cultura Massimo Maisto pone l’accento su quanto sia importante «la promozione della cultura diffusa che, raggiungerà il suo culmine nella serata di sabato quando si assisterà ad un perfetto mix di musicisti, ascoltatori e visitatori del Castello Estense grazie alla Notte Europea dei Musei». Sabato quando dalle 19.30 alle 23.30 saranno aperti i musei della città, sarà possibile scoprire “sotto le stelle” il Castello Estense dalle 19.30 alle 23.30, del Palazzo dei Diamanti dalle 19 a mezzanotte, della Palazzina Marfisa d’Este dalle 18 alle 23 e del museo civico di storia naturale dalle 19.30 alle 23. Tutti questi luoghi proporranno prezzi agevolati e programmi particolari come le visite guidate al Castello e alla mostra temporanea della collezione Cavallini-Sgarbi, all’aperitivo all’interno del giardino degli Aranci e le attività per i più piccoli. Il museo di storia naturale proporrà un laboratorio sul Dna e la sua biodiversità, mentre Palazzo dei Diamanti offre la possibilità di una inconsueta visita serale alla mostra “Stati d’Animo”, infine la Palazzina Marfisa d’Este apre gratuitamente al pubblico per il laboratorio didattico “Mummie al museo” organizzato nella sala della Grotta dall’associazione Culturale Arte.Na. Per scoprire il programma completo e dettagliato della tre giorni, e della Notte dei musei, è possibile consultare il sito www.consfe.it o visitare la pagina Facebook dell’evento MiXXer festival 2018.

Giulia Paratelli

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro